Cosa fare di giorno e di sera

Week End di Pasqua e Pasquetta aprile 2017 a Firenze e in Toscana: Scoppio del Carro, concerti, mostre

di Roberta Manetti - - Cinema, Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
Firenze Piazza del Duomo durante lo Scoppio del Carro (foto Giacomo Morini)

Firenze Piazza del Duomo durante lo Scoppio del Carro

FIRENZE – Nella domenica di Pasqua torna lo Scoppio del Carro: con le presunte pietre focaie del Santo Sepolcro, che una tradizione (contestata dagli storici) vorrebbe portate da Pazzino de’ Pazzi al ritorno dalla Prima Crociata, ogni anno viene acceso il fuoco sacro all’altare maggiore del Duomo, da cui parte la Colombina che va a incendiare il Carro in Piazza. Ma lo spettacolo inizia ben prima: il Brindellone (nome fiorentino del carro) parte, trainato da buoi di razza chianina adeguatamente infiorati e infiocchettati, da Porta al Prato domenica 15 alle 8; alle 8.15 una rappresentanza dei Bandierai degli Uffizi raggiunge Piazza della Repubblica percorrendo via Pellicceria, con esibizione di sbandieratori e musici e successivo ricongiungimento al Corteo proveniente dal Prato. Alle 8.30 una rappresentanza del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina parte da Piazzetta di Parte Guelfa e percorre Via Porta Rossa, Loggia del Mercato Nuovo, Via Vacchereccia, Piazza della Signoria dove alle ore 8,45 circa, col Gonfalone, il Sindaco e le Autorità, si muove verso Via Vacchereccia, Via Por S. Maria, Borgo S. Apostoli, Piazza S. Trinita, Via Tornabuoni, Via Strozzi, Piazza della Repubblica, Via Roma, Piazza S. Giovanni, dove arrivano tutti alle 9.40. Alle 10.15 circa sorteggio per il Calcio storico; intanto, allontanati i buoi, si prepara il carro per lo scoppio delle 11. Al termine della Messa (12.30 circa) il Gonfalone, il Porta Fuoco con il reliquario con le Pietre del Santo Sepolcro, escono dal Portone centrale della Cattedrale, percorrendo Via Calzaiuoli, Piazza della Signoria, Via Vacchereccia, Borgo S. Apostoli (Chiesa SS. Apostoli) con deposizione delle Pietre del Santo Sepolcro.

Per la Santa Pasqua 2017, la Cappella Musicale della Cattedrale di Firenze con il Coro di Voci Bianche “Pueri Cantores” eseguiranno, durante la Celebrazione eucaristica in Cattedrale presieduta dal Cardinale Giuseppe Betori, la Missa brevis S. Johannes de Deo di F.J. Haydn, il Regina Coeli W.A. Mozart e brani di D. Bartolucci e M. Manganelli. Per il terzo anno consecutivo, la Cappella Musicale, diretta dal Maestro Michele Manganelli con all’organo Daniele Dori, sarà arricchita dal Quintetto di ottoni del Maggio Musicale Fiorentino. In precedenza, alle ore 10.15, la Cappella Musicale con l’ottetto vocale eseguirà nel Battistero di San Giovanni  il canto dell’Ora Terza.

Le vacanze musicali del Combo – Sabato 15 alle 22 al Combo (via Mannelli, 2) Soul-Rocksteady-Raggae-Funky con The Etrurians in concerto. Ingresso libero. Domenica 16 Vacanze Pasquali anni ’90 con EuroTunz!, l’unica band che suona quella musica che nemmeno chi l’ha scritta vorrebbe suonare; a seguire Michaelo e Lusiano djs. Ingresso 5 euro.

One Dimensional Man – Sabato 15 alle 21.30 Rock d’Autore all’Auditorium FLOG (via M. Mercati 24b) con One Dimensional Man, dalla carriera ventennale. Il nome della band è ispirato all’opera del filosofo francofortese Herbert Marcuse, “L’uomo a una dimensione”, in cui viene denunciata la tendenza della società occidentale ad appiattire l’essere umano alla dimensione di individuo consumatore, privandolo di sogni e aspirazioni diverse dal possesso di nuovi prodotti della società industriale. Aprono i Todo Modo, nuova Rock band che include batterista e chitarrista degli Afterhours. Ingresso 13 euro, 10 in preendita.

Novi – Al Buh (via Panciatichi 16, ingresso libero soci arci) sabato 15 aprile alle 22.30 il cantautore Novi oresenta il suo nuovo disco. Fedele alla linea perseguita con i Gatti Mézzi grazie alla quale ha vinto, insieme a Francesco Bottai, riconoscimenti importanti come il Premio Ciampi e svolto oltre 700 concerti in tutto il mondo, Novi propone uno stile compositivo autentico, colto, impertinente e profondamente autoironico.

Optical – Sabato 15 all’Obihall (via De André – Lungarno Aldo Moro) arriva Optical, evento di illusioni ottiche e griglie percettive. In consolle Len Faki, accompagnato dai fiorentini Gabry Fasano e Wooden Crate. ngresso 25 euro.

Last Minute Dirty Band – Al Nof Club (Borgo San Frediano, 17) domenica 16 alle 22.30 rock’n’roll con Last Minute Dirty Band. Ingresso libero.

La Pasqua techno del Tenax – Al Tenax (Via Pratese, 46; apertura porte ore 22:30; ingresso 25/30/35 €, vietato ai minori di 18 anni) domenica 16 aprile Pasqua a ritmo di techno con Joseph Capriati e Flavio Folco: saranno loro le star della serata Nobody’s Perfect, che eccezionalmente si sposta alla domenica.  Di Capriati sono famose le perfomance a festival come Awakenings, Time Warp e in club come Berghain, Fabric e Amnesia, dove va avanti anche per 12 ore consecutive. Insieme a lui Flavio Folco che, onorando le radici ed il filone della mitica 909 ed il sound della 303, mixa elementi hip-hop, techno e funk che ricordano il taglio della post-acid house.

Lattex Experience – Alla Limonaia di Villa Strozzi (via Pisana 77) domenica 16 dalle 16 alle 2 di notte c’è Lattex Experience, 10 ore di musica, stage indoor e outdoor, soundsystem Void Acoustics. Ingresso 15 euro.

Mercati Domenica 16 Fierucolina di Pasqua in Piazza Santo Spirito. Sabato e domenica Fortezza Antiquaria in Piazza Vittorio Veneto.

Trekking Anello San Bastiano – Lunedì 17 alle 8 partenza da Porta Romana con mezzi propri per una camminata nel Chianti Senese a Sud di Radda, su sentieri oramai non più utilizzati attraverso insediamenti e borghi antichi con i loro castelli e chiese romaniche. Il tutto intervallato da vigneti che producono vini tra i più pregiati d’Italia. Alla fine merenda facoltativa da prenotare al momento dell’iscrizione, con degustazione di prodotti del loco, al prezzo di 12 euro. Dettagli sul sito Trekking Italia.

Mostre – A Palazzo Strozzi dal 10 marzo al 23 luglio 2017 c’è «Bill Viola. Rinascimento elettronico». Una mostra che celebra il maestro statunitense della videoarte contemporanea in dialogo con i capolavori del Rinascimento. Una selezione di 26 opere, dalle prime sperimentazioni degli anni Settanta fino alle grandi installazioni successive al Duemila. Tutti i giorni inclusi i festivi 10-20. Giovedì: 10-23

Plautilla Nelli, Ultima Cena, particolareDal 9 di marzo fino al 4 giugno 2017, grazie alla mostra «Plautilla Nelli. Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola» nella Galleria delle Statue e delle Pitture, presso gli Uffizi, viene presentata la pubblico la figura e la carriera di Plautilla Nelli (Firenze 1524 -1588). Entrò all’età di quattordici anni nel convento domenicano di Santa Caterina in Cafaggio, a Firenze, in Piazza San Marco. Una monaca autodidatta che riuscì a imporre un suo stile e dar vita tra le mura del convento domenicano un piccolo, ma attivo laboratorio artistico e artigiano. Una bottega artistica a tutti gli effetti testimoniata dal ritrovamento di una produzione seriale di opere religiose. Opere la cui vendita fu fondamentale per la vita del Convento di Santa Caterina. Appartiene a Plautilla Nelli la realizzazione de «L’Ultima cena» (attualmente in restauro), l’unica opera conosciuta al mondo che affronti questo tema pittorico e che sia stata dipinta da una artista donna in epoca non moderna. Orario: da martedì alla domenica ore 8.15 – 18.50. Info e prenotazioni: Firenzemusei 055 294883

Una straordinaria selezione di pietre lavorate appartenute alla famiglia Medici, affiancata da un’esposizione di minerali naturali di rara bellezza provenienti dall’Italia e da tutto il mondo, è in mostra al Museo di Storia naturale dell’Università di Firenze, meglio noto come La Specola (via Romana, 17 Firenze – 1° piano). La mostra si intitola «Mineraliter. Pietre mirabili tra Medici e Natura» e resterà aperta fino al 31 dicembre. Il percorso ha inizio dalle origini del collezionismo rinascimentale per giungere  a mostrare la ricchezza scientifica ed estetica delle attuali collezioni mineralogiche del Museo. È esposta una selezione della collezione di pietre lavorate (coppe, vasi, oggetti ornamentali), per la maggior parte proveniente dal cosiddetto Tesoro dei Medici. La passione per l’arte dell’incisione di gemme e pietre dure, infatti, caratterizzò sempre la celebre dinastia, a cui si deve – per iniziativa di Ferdinando I – la fondazione dell’Opificio delle Pietre Dure nel 1588. Nell’esposizione alla Specola, fra gli altri preziosi oggetti, due coppe in diaspro e una coppa in giada nefrite appartenute a Lorenzo il Magnifico, come riporta l’incisione Laurmed. Ma anche la tazza in lapislazzuli a forma di conchiglia, citata dal Vasari, acquistata da Cosimo I nel 1563 dal celebre lapicida milanese Gasparo Miseroni o lo straordinario vaso a navicella in quarzo ialino, scavato e lavorato da un unico blocco, di manifattura fiorentina della fine del XVI secolo. Alcuni oggetti risalgono invece all’epoca lorenese, come la tabacchiera in malachite, montata in  oro, di manifattura spagnola, probabile dono per le nozze di Pietro Leopoldo di Lorena con Maria Luisa di Borbone. Orario: fino al 31 maggio da mart a dom. 9.30-16.30. Dal 1° giugno 10.30-17.30. € 6/3. Il biglietto comprende anche la visita alla Collezione Zoologica al 2° piano. Info e visite guidate: 055 2756444.

Al Museo Horne (via dei Benci 6) mostra con una selezione di disegni di Giambattista Tiepolo, pittore tra i più noti e affermati del Settecento, provvisoriamente smontati dall’Album Horne durante l’intervento di restauro del volume. Lunedì-domenica ore 10-14, chiuso mercoledì; ingresso 7 / 5 euro. Fino al 18 aprile.

A Villa Bardini (Costa S. Giorgio, 2) dal 14 aprile al 9 luglio c’è «Nero su Nero. Da Fontana e Kounellis a Galliani». Curata da Vera Agosti, la mostra è una riflessione sull’uso del nero nella pittura e nella scultura italiana attraverso una selezione di 31 lavori di maestri rappresentativi dei principali momenti della storia dell’arte contemporanea italiana: lo Spazialismo con 5 tagli neri di Lucio Fontana e un’opera di Paolo Scheggi; l’Informale con un Catrame di Alberto Burri e un raffinato piatto; il Concettuale con Vincenzo Agnetti; l’Arte Povera con una grande scultura di Mario Ceroli e un lavoro di Jannis Kounellis. Spazio anche alla moda con il nero di Capucci in dialogo con tre lavori di Alberto Burri. E ancora, la Pop Art con quattro tele di Tano Festa e Franco Angeli, la Transavanguardia con il dipinto “La Monaca” di Enzo Cucchi; esposte inoltre opere di personalità singolari come Gino De Domincis e Nunzio; il gruppo degli Anacronisti e il Magico Primario è rappresentato da Omar Galliani.

Al Museo Stibbert (Via Federigo Stibbert, 26) fino al 10 swettembre c’è la mostra «Robot fever: il samurai nell’era dei chogokin». Ingresso 8 euro.

Fino a Pasquetta, lunedì 17 aprile 2017, sette artisti contemporanei sono protagonisti di un’esposizione che non ha precedenti nel Sacrario di Santa Croce. Si tratta di G7 d’Arte, mostra internazionale di arte contemporanea a ingresso libero, nell’austero spazio di Largo Bargellini. La mostra è visitabile fino al 17 aprile tutti i giorni dalle 10 alle 17; chiusura completa il giorno di Pasqua, 16 aprile.  A rappresentare la Germania c’è Eva Moosbrugger, dagli Stati Uniti Romolo Del Deo espone le sue sculture in bronzo; ci sono poi le opere d’arte tessile del giapponese Yasumichi Nakagawa, il canadese Gary Barnhart con le sue preziose sculture in alabastro, le fusioni in bronzo e resina di Louise Giblin, membro della Royal British Society of Sculptors, infine le fotografie scattate sul “cammino francese” per Santiago de Compostela da Jean-Pierre Rousset: castelli, spedali e cappelle appartenute all’Ordine dei cavalieri templari. Infine, Pasquale Celona, Presidente di Florence Biennale, espone la sua grande tela raffigurante l’Annunciazione.

Al Centro Pecci si Prato si è inaugurata la mostra «Dalla caverna alla luna».

FIESOLE (FI)

In Piazza Mino sabato 15 e domenica 16 Pasqua a Fiesole, con mostra-mercato di artigianato, antiquariato e altro.

SCARPERIA (FI)

Lunedì 17 in Piazza dei Vicari XVIII edizione della mostra «2000 fiori a Scarperia»: fiori, piante, arredamento e utensileria da giardino. Accesso gratuito. Lunedì 17 c’è anche «Collezionisti in piazza».

PALAZZUOLO SUL SENIO (FI)

Lnedì 17 aprile a Quadalto, frazione di Palazzuolo sul Senio (FI), si terrà la tradizionale Battitura dell’Uovo Sodo. Info www.palazzuoloturismo.it

EMPOLI

Sabato 15 dalle 9 alle 13 in Piazza della Vittoria Mercatale di Pasqua, con primizie e specialità pasquali della zona.

CARRARA

Al Teatro degli Animosi lunedì 17 alle 21 va in scena «Il prezzo» di Arthur Miller, traduzione Masolino D’Amico, regia Massimo Popolizio, con Umberto Orsini, Massimo Popolizio, Alvia Reale, Elia Schilton, direzione artistica Umberto Orsini, scene Maurizio Balò, costumi Gianluca Sbicca, luci Pasquale Mari, produzione Compagnia Umberto Orsini. Un testo di Arthur Miller importante, ma poco frequentato in Italia: l’ultima volta in teatro risale al ’68-‘69 con Raf Vallone. L’autore fotografa con spietata lucidità e amara compassione le conseguenze della devastante crisi economica americana del ’29.

VICOPISANO (PI)

Il 15, 16 e 17 aprile sul Monte Pisano «Festa Dèi Camminanti 2017 – A piedi la terra è divina!». Escursioni, viaggi a piedi, conferenze in cammino, libri, laboratori, teatro, musica, arte, proiezioni e convivialità per grandi e piccini. Una festa sul Monte Pisano, tra Pisa, Lucca, Altopascio, Alpi Apuane, Pontedera, Cascina e Livorno, in un’area che trova il suo fulcro a VICOPISANO. Alcuni eventi sono a prenotazione (moduli d’iscrizione su e programma sul sito www.camminanti.it oppure si può prenotare telefonando alla Biblioteca di Vicopisano 050 796581 negli orari: 10.00-13.00 da lun a sab).

LUCCA

Domenica 16 alle 10.30 Messa di Pasqua al Convento dell’Angelo (sulle colline sopra Ponte a Moriano Via di Tramonte 2530, provincia di LUCCA), alla presenza dei Padri Passionisti e dei musicisti e cantanti dell’Accademia di Montegral diretti dal Maestro Gustav Kuhn. Durante la liturgia verranno eseguite opere di A. Vivaldi,  G.F. Händel,  C. Franck,   G. Rossini, A. Di Montegral, G. Bizet, J.S. Bach, W.A. Mozart e G. Puccini. Sarà disponibile un servizio navetta gratuito con partenza dietro il parcheggio del teatro di Ponte a Moriano (LU) dalle ore 09 in poi  e ritorno dalle ore 11.30  in poi.

CECINA (LI)

Sabato 15 in Piazza Guerrazzi c’è Keramina, mostra mercato dedicata alla ceramica ideata da Chiara Nuti e promossa in collaborazione con l’associazione Marco Polo, con il patrocinio del Comune. A questa edizione partecipano i maestri romani del gruppo I Rakuriosi, che realizzeranno in piazza opere con la tecnica di Capodimonte e porteranno i raku nudo nelle dimostrazioni reali di Keràmina, con la possibilità per il pubblico di realizzare un pezzo di ceramica raku con le proprie mani. Alle 16 musica con The Lazy Blue Band.

MARINA DI GROSSETO

Da sabato 15 a lunedì 17 aprile c’è Maremma antiquaria, il mercatino di modernariato, artigianato e antichità organizzato da Confesercenti a Marina di Grosseto. Maremma antiquaria si svolge da aprile a settembre (questo è il primo appuntamento dopo la pausa invernale) in via XXIV Maggio e via Cadorna. L’orario è dalle 9 alle 20 nei mesi di aprile, maggio e settembre e dalle 9 alle 24 nei mesi di giugno, luglio e agosto.

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.