Sono state pari a 77,023 miliardi

Banche: sofferenze ai minimi storici a febbraio 2017. L’analisi dell’Abi

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

ROMA – Le sofferenze bancarie diminuiscono a febbraio, portandosi ai minimi da quasi tre anni. Lo rileva il rapporto mensile dell’ABI, secondo cui le sofferenze (al netto delle svalutazioni) sono state pari a 77,023 miliardi, in calo dai 77,833 miliardi di gennaio, il valore più basso da maggio del 2014.

Rispetto al picco di 89 miliardi di novembre 2015, c’è una riduzione di oltre il 13%, spiegano da Palazzo Altieri.  Accelera la crescita dei prestiti bancari a famiglie e imprese. A marzo, il complesso dei finanziamenti a famiglie e aziende segna un +1,4% su base annua, in accelerazione dal +1% del mese precedente.

Diminuiscono i tassi d’interesse per i prestiti bancari, toccando un nuovo minimo storico. Sempre a marzo, i tassi sono in calo e quello medio sul totale dei finanziamenti è sceso al 2,82% (2,85% il mese precedente e 6,18% prima della crisi, a fine 2007). Tassi sui mutui in discesa, al 2,13%, in contrazione dal 2,16% di febbraio 2017. Sul totale delle nuove erogazioni circa i due terzi sono a tasso fisso. Il tasso medio sui nuovi finanziamenti alle imprese, aggiunge l’associazione bancaria, è tornato a crescere all’1,56%, dall’1,49% di febbraio (minimo storico).

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.