Corteo non autorizzato sorvegliato dagli agenti

Massa: manifestazione con slogan inneggianti a Mussolini di Lotta studentesca, movimento di destra. Controllata dalla polizia, possibili denunce

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa

MASSA (MASSA CARRARA) – 150 giovani di Lotta studentesca, organizzazione riconducibile a Forza nuova, hanno sfilato stamani per le vie del centro storico di Massa (Massa Carrara) contro la disoccupazione, sventolando bandiere nere e cantando cori fascisti. La manifestazione non era autorizzata: Lotta Studentesca aveva ottenuto l’ok per un sit-in, sempre in mattinata, nella zona industriale e lontano dal centro.

Per evitare scontri la polizia ha deciso di scortare il corteo per circa 15 minuti e la città era blindata anche per il timore di una contro manifestazione delle forze di sinistra. Queste ultime però non sarebbero riuscite a organizzarsi, visto che Lotta studentesca ha improvvisato il primo corteo e non ha comunicato mai pubblicamente il luogo del sit-in.

Dopo il corteo per il centro della città, si è svolta, senza problemi di ordine pubblico, la manifestazione autorizzata di Lotta studentesca, in un piazzale della zona industriale di Massa. Proprio per dirigersi al luogo concordato per l’evento, circa 150 militanti aveva improvvisato il corteo, scandendo cori e slogan quali siamo i legionari di Mussolini, maglietta nera trionferà, lotta dura senza paura e sventolando bandiere nere. Poi i partecipanti con un pullman, scortati dalle forze dell’ordine, sono stati portati nel luogo previsto per la manifestazione autorizzata, un’area che è stata definita «un luogo ridicolo per manifestare, in mezzo al nulla, dove nessuno ha potuto ascoltare le nostre motivazioni – ha poi commentato il segretario nazionale di Ls Andrea Di Cosimo-; abbiamo comunque vinto la nostra battaglia, perché volevano impedirci di tornare in piazza, e invece siamo riusciti  a manifestare».

Al vaglio ora delle forze dell’ordine immagini e registrazioni per eventuali provvedimenti riguardo alla manifestazione non autorizzata e per verificare se in qualche condotta si possa configurare l’apologia del fascismo.

Tag:, , , ,

Commenti (1)

  • roberto

    |

    La non realizzazione dell’antifascista dettato costituzionale rende fiato alla classe dirigente che la Costituzione non l’ha MAI digerita!

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.