Promosso dall'Associazione degli Amici del campione

Ciclismo: Gino Bartali, messa il 5 maggio. E il 17 partenza da Ponte a Ema della Tappa del Giro d’Italia

di Redazione - - Cronaca, Sport

Stampa Stampa
Ottocento ebrei devono la vita a Gino Bartali

Gino Bartali

FIRENZE – Gino Bartali se ne andò il 5 maggio di 17 anni fa.  E proprio da Ponte a Ema, per onorare Ginettaccio, partirà l’undicesima tappa del Giro d’Italia il 17 maggio. L’anniversario, il 5, sarà celebrato anche con una messa a cui farà seguito una visita alla tomba del campione, eppoi un incontro per raccontare, anche attraverso un filmato, le sue imprese e la sua vita.

E’ quanto promuove l’associazione Amici del Museo del ciclismo Gino Bartali e il Comitato unitario di Ponte a Ema per venerdì prossimo 5 maggio, per la commemorazione della morte del grande ciclista, avvenuta 17 anni fa. Tutto avverrà a Ponte a Ema, frazione di Firenze, dove il campione era nato e dov’è sepolto. Le iniziative avranno inizio alle 11 con la messa nella parrocchia di San Piero a Ema, a cui farà seguito la visita alla tomba di Gino Bartali. Alle 21 «Racconti sulla vita di Gino Bartali» al circolo Acli a cura di Eventi20.

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.