Durante un controllo fiscale

Firenze: massaggi cinesi a luci rosse. La Guardia di Finanza trova minorenni in abiti intimi

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

FIRENZE – I massaggi erano particolari: anche a luci rosse. Per questo sono scattati i sigilli a un centro massaggi di Firenze. Il gestore, un giovane cinese, è stato arrestato dalla guardia di finanza in esecuzione di una misura di custodia cautelare in carcere. Dalle indagini è emerso che nei locali della struttura vivevano e si prostituivano ragazze cinesi, anche minorenni, che incontravano clienti per 12 o 13 ore al giorno, trattenendo per loro circa la metà degli incassi.

Durante controlli di natura fiscale eseguiti nei mesi scontri nel centro massaggi, i finanzieri si sono insospettiti dopo aver identificato tre ragazze cinesi, di cui una minorenne, trovate vestite della sola biancheria intima. In un tablet sono state trovate le conversazioni via chat che il gestore 23enne teneva coi clienti, con tanto di tariffario delle varie prestazioni.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.