Il provvedimento stabilito dalla magistratura

Fisco: guarda di finanza di Livorno sequestra immobili per oltre 5 milioni a un imprenditore

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

FIRENZE – Aveva conferito il suo patrimonio immobiliare a un trust, ma secondo le indagini della Guardia di Finanza di Livorno, avrebbe continuato a gestirlo personalmente. Così le Fiamme Gialle hanno deciso un sequestro preventivo di 84 immobili, disponibilità finanziarie e quote societarie, per un valore di circa 5,6 milioni di euro. Il sequestro è avvenuto in seguito a un’ordinanza della procura lucchese, su decreto del gip, nei confronti di un imprenditore settantenne che aveva conferito il suo patrimonio in due trust, fittizi secondo l’accusa, formalmente costituiti a Lucca.

Stando alle indagini dirette dalla procura di Lucca e condotte dai finanzieri livornesi l’imprenditore, che aveva accumulato 500mila euro di debiti verso l’erario, per imposte mai pagate relative ad affitti incassati, con lo scopo, sempre secondo l’accusa, di rendere inefficace la procedura di riscossione coattiva da parte del fisco nel 2014 si era spogliato di tutti i beni immobili e mobili di proprietà, conferendoli in due trust con sede formale a Lucca. L’imprenditore  è stato, dunque, denunciato per il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

Sempre secondo quanto appurato dalle Fiamme Gialle, l’imprenditore aveva, in buona sostanza, ceduto solo formalmente i suoi beni, ma continuava ad avere un potere di ampia gestione del patrimonio immobiliare, riscuotendo – attraverso gli stessi trust – gli affitti per la locazione dei numerosi appartamenti, garage e locali commerciali e, addirittura, percependo un compenso per tale attività di gestione.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.