La procura: ipotesi di omicidio volontario

Roma: tre sorelle nomadi (di 20, 8 e 4 anni) morte nel rogo del Camper. Genitori e fratelli scampati

di Redazione - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa

ROMA – Una tragedia: tre sorelle hanno perso la vita nel Camper carbonizzato dall’incendio. Si cercano i colpevoli. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo in cui si procede per i reati di omicidio volontario e di incendio doloso in relazione al rogo dove sono morte una ragazza di 20 anni e due bimbe di 4 e 8 anni. Nei pressi della carcassa del camper sono state rinvenute tracce di liquido infiammabile.

L’incendio si è sviluppato intorno alle 3 della scorsa notte in viale della Primavera, in zona Centocelle. Genitori e fratelli delle vittime sono riusciti a scappare dal rogo.  Il camper si trovava nel parcheggio di un centro commerciale e all’interno viveva una famiglia di nomadi composta dai genitori e 11 figli. Le fiamme hanno avvolto completamente il veicolo.  

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, si è recata sul luogo del rogo. Insieme a lei anche il presidente del V Municipio, Gianni Boccuzzi, e il comandante della Polizia locale, Diego Porta. “Esprimiamo cordoglio – ha detto Raggi – perché quando ci sono delle vittime si rimane in silenzio. La Procura indagherà sulle cause – ha aggiunto – vi daremo aggiornamenti quando ne avremo”.

La polizia indaga a tutto campo per accertare le cause dell’incendio, al momento non si esclude nessuna pista: dall’incidente al gesto doloso. Si cercano testimoni che potrebbero aver visto qualcosa, come residenti di alcuni palazzi vicini. Al vaglio anche le immagini delle telecamere della zona. In particolare ce ne è una che punta su un’altra parte del piazzale.

Un cittadino ha lasciato un mazzo di fiori, tre rose rosse, accanto alla carcassa del camper con accanto un biglietto: “Mi unisco al dolore della famiglia”.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.