Molteplici interventi dei militari nella notte

Firenze, sicurezza: controlli dei carabinieri in città e nei comuni vicini. Arresti e denunce

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

FIRENZE – Numerose operazioni dei carabinieri del Comando di Firenze in città e nei dintorni. A Firenze, la scorsa notte, poco dopo le 02:00, i Carabinieri di servizio al Corpo di Guardia del Comando Provinciale sono intervenuti presso il Kebab sito accanto per una rapina in corso. I militari, usciti dalla caserma, hanno potuto notare la presenza di tre soggetti, uno dei quali cercava di allontanarsi frettolosamente a bordo di una bicicletta e per tale motivo li hanno fermati per ricostruire quanto stesse accadendo. Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che l’uomo in bici si è presentato al kebab, ed una volta all’interno ha minacciato il titolare dicendogli di dargli da mangiare e da bere altrimenti lo avrebbe picchiato. La vittima, vista la minaccia ricevuta, ha cercato di far calmare il soggetto, senza riuscirvi, infatti questi insisteva nel suo atteggiamento, per poi raggiungere il registratore di cassa. A quel punto minacciava il titolare di aprire la cassa e dargli i soldi sennò lo avrebbe picchiato. Da li è nata una colluttazione tra i due terminata con l’arresto dell’aggressore fermato dai Carabinieri mentre tentava di scappare. Si tratta di un pakistano di 50 anni, già noto per i suoi trascorsi, arrestato per il reato di tentata rapina.

SCANDICCI –  I Carabinieri della Compagnia di Scandicci, nel corso di servizi predisposti per controllare i soggetti che si trovano agli arresti domiciliari, hanno tratto in arresto, per il reato di evasione, un ecuadoregno di 28 anni, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. Nello specifico, l’uomo si è allontanato dal luogo degli arresti domiciliari, disposti dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze, per i reati di danneggiamento e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, commessi in Firenze il 17 ottobre 2010 e il 26 settembre 2016 in Scandicci. L’arrestato dopo la compilazione degli atti è stato messo a disposizione della magistratura fiorentina.

CAMPI BISENZIO – Nel corso della mattina di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Signa, durante un servizio straordinario del territorio, sono intervenuti presso l’ ex tintoria “Del Sole” 12. Nella circostanza, nel corso delle operazioni svolte con il supporto della polizia locale, i Carabinieri hanno accertato che 10 marocchini, dell’età compresa tra i 43 e 22 anni, hanno occupato l’immobile dell’ex tintoria, al fine di farne un rifugio di fortuna. La struttura difatti è stata trovata piena di materassi, suppellettili e masserizie varie. Nel medesimo contesto, gli operanti hanno accertato che i 10 marocchini avevano violato la normativa in materia di ingresso e soggiorno nel territorio dello stato. Per tutti è scattata la denuncia per i reati di invasione di terreno ed ingresso nel territorio italiano.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.