Da venerdì 19 a domenica 21 maggio

Firenze: torna il Festival dei Bambini

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa

Un’immagine da una passata edizione del Festival dei bambini

FIRENZE – Dal 19 al 21 maggio, a Firenze, torna il Festival Dei Bambini, manifestazione dedicata al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza (3-12 anni).

La “città come casa” sarà il fil rouge: tante piccole città tematiche pronte ad accogliere bambini e ragazzi curiosi di scoprire, imparare, esplorare e divertirsi con la musica, la tecnologia, l’arte, le scienze. L’evento, promosso dal Comune di Firenze e organizzato da MUS.E, vedrà coinvolti numerosi spazi cittadini, come Palazzo Vecchio, la Biblioteca delle Oblate, l’Opera di Firenze, il Complesso delle Murate, il Parco delle Cascine, l’Istituto degli Innocenti, il quartiere di San Niccolò.
L’Istituto Geografico Militare ospiterà la “Città della geografia”, invitando piccoli grandi a partecipare a sperimentazioni, laboratori e attività per vivere un giorno da geografo, imparare a leggere le carte del territorio e della città, comprendere perchè esista la gravità e osservare la terra dallo spazio.
L’Istituto degli Innocenti si trasformerà nella “Città dell’Artigianato”, valorizzando la dimensione del fare insita nella
storia passata e presente del luogo: artigiani di ogni genere – esperti di ceramica, di incisione, di sartoria, di falegnameria, di profumi, di costumi e di parrucche – animeranno botteghe, loggiati, spazi e cortili dell’Istituto proponendo una serie di attività che proietteranno le nuove generazioni nell’artigianato del futuro.
Nel futuro i bambini potranno immergersi davvero al Museo Novecento, dove prenderanno vita una serie di esperienze interattive e totalizzanti sulla città del domani: sarà così possibile riposarsi su una ‘panchina intelligente’, dialogare con un robot ed entrarne nelle logiche, viaggiare nel futuro e disegnare per Minecraft, ma anche ripercorrere la storia del cartone animato, dalle sue origini ai giorni nostri, e creare una propria personale animazione.
Un redivivo ‘pifferaio di Hamelin’ accompagnerà i bambini all’ingresso del Parco delle Cascine, invitandoli ad avvicinarsi alla “Città della natura” che troverà la sua sede presso il Prato del Quercione: qui i bambini potranno provare a diventare erboristi, scoprire le magie dell’acqua e della natura, intraprendere un’avventurosa caccia al tesoro; mentre nel vicino Centro Visite incontreranno la Città del cibo. Qui piccoli e grandi saranno protagonisti di giochi e attività per ricordarsi da dove vengono il latte, la frutta e la verdura, ritrovando anche l’ormai mitica beniamina di tutti i bambini, Uga la Tartaruga con la vela.

 Ancora, le attività proseguiranno in giro per la città con il Kit Family Tour (uno zainetto da noleggiare gratuitamente a Palazzo Vecchio e Istituto degli Innocenti per lanciarsi alla scoperta delle bellezze fiorentine) ma anche con le Passeggiate migranti o gli itinerari GeoArt, che consentiranno di vedere gli stessi luoghi con occhi nuovi, e con tante ulteriori proposte.

Per concludere tutti insieme domenica 21 maggio, alle ore 17, in piazza Signoria, dove sull’arengario suonerà la Girlesque Street Band con un vasto repertorio di musiche dedicate all’infanzia.

Tutte le attività sono gratuite, per alcune è necessaria prenotazione:questa può avvenire sul sito firenzebambini.it, dove è consultabile e scaricabile il programma completo.

I partecipanti alle attività riceveranno un braccialetto di riconoscimento con cui potranno accedere gratuitamente per la durata dell’evento anche in forma autonoma al Museo di Palazzo Vecchio, al Museo Novecento e al Museo Stefano Bardini.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.