Un atto dovuto da parte dei magistrati

Chianti banca: la procura apre inchiesta dopo la denuncia di Bini Smaghi

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

FIRENZE – Scatta subito la vendetta di Bini Smaghi, appena detronizzato dalla presidenza di Chianti banca. L’ormai ex presidente aveva trasmesso alla procura della Repubblica di Firenze la relazione dell’organismo interno di vigilanza relativa ad alcune presunte irregolarità della vecchia gestione. La Procura ha quindi aperto un fascicolo d’indagine sulla vicenda.  Il fascicolo è atto dovuto dopo la denuncia arrivata dal cda guidato dall’allora presidente Lorenzo Bini Smaghi, la cui lista, ieri, è uscita sconfitta dal voto. Si ipotizzano reati bancari, anche alla luce della legge 231 sulla responsabilità delle società, e, al momento, si procede contro ignoti. Il fascicolo contiene la relazione trasmessa dall’organismo di vigilanza interno alla banca al cda in cui si ipotizza per alcuni fatti specifici il delitto di ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità di vigilanza. Inoltre si terrà conto del rapporto di Bankitalia dopo l’ispezione e dell’assemblea di ieri. Che ha deciso di rinunciare, dopo un solo anno, alla presidenza di Bini Smaghi.

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.