Le dichiarazioni della presidente della Vigilanza europea

Monte Paschi: la Bce chiede nuovi approfondimenti per dare il via libera al piano

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

FRANCOFORTE – Una nuova tegola per la banca senese arriva da Francoforte, con la presidente della Vigilanza europea della Bce, Daniele Nouy. L’assenza di asset quality review su Montepaschi prima degli stress test, ha spiegato la Nouy, rende necessarie «discussioni aggiuntive» per capire se le perdite dell’istituto di credito siano realmente coperte da capitali privati.  Su Mps servono dunque «ulteriori approfondimenti». Sulla base degli stress test la stessa Bce aveva stimato in dicembre – subito dopo il fallimento dell’aumento da 5 miliardi e la richiesta di aiuto pubblico – il fabbisogno di capitale di Mps in 8,8 miliardi.

A questo punto è sempre più probabile uno slittamento dell’ingresso statale a settembre. Da Milano arriva invece una nuova tegola per l’ex presidente Alessandro Profumo e l’ex ad Fabrizio Viola. Si tratta della richiesta di rinvio a giudizio della procura di Milano per la vicenda della contabilizzazione nei bilanci tra il 2013 e il 2015 dei derivati Santorini e Alexandria di Mps.

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.