Alcune Frecce bloccate a Campo di marte

Ferrovie, Roma: stazione Termini in tilt, da Firenze ritardi di almeno 120 minuti

di Redazione - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa

FIRENZE – Diversi treni diretti a Roma Termini sono stati bloccati lungo il percorso. In particolare il Frecciarossa 9651 in viaggio da Milano verso Napoli, affollato come ogni venerdì sera, è fermo – secondo quanto riferiscono passeggeri a bordo – da quasi un’ora alla stazione di Firenze Campo di Marte, dove non era prevista alcuna fermata. A bordo è stato annunciato che per i treni verso Roma sono al momento previsti ritardi di almeno 120 minuti. Nonostante la lunga attesa in stazione, le porte sono rimaste chiuse per un’ora e soltanto in un secondo momento i passeggeri sono potuti scendere sulla banchina.

«Al momento, la circolazione dei treni è fortemente rallentata anche in direzione Firenze e Napoli, sulle linee convenzionali e alta velocità». Lo afferma in una nota Rfi, spiegando che a seguito del «guasto tecnico al sistema di alimentazione elettrica del Posto Centrale di Roma Termini, la disalimentazione elettrica dei sistemi tecnologici interessa il traffico ferroviario in arrivo e partenza da Roma Termini e da tutte le altre stazioni del nodo di Roma». I tecnici di Rfi sono al lavoro per ripristinare l’anomalia e riattivare tutte le funzioni di sicurezza per la gestione e il controllo del traffico ferroviario.

AGGIORNAMENTO DELLE 22: La circolazione ferroviaria nel nodo di Roma sta gradualmente riprendendo dopo il guasto tecnico. Tutti i treni infatti sono stati fermati in linea e nelle stazioni per garantire, in attesa della soluzione dell”anomalia, la massima sicurezza ai viaggiatori e al sistema ferroviario. Al momento rimane ancora sospesa la circolazione ferroviaria fra Roma San Pietro e Monte Mario (FL3). Il traffico regionale e lunga percorrenza registra ancora forti ritardi anche per effetto della sospensione della circolazione ferroviaria.

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.