Parcheggio Salviati, scintille in Consiglio comunale

Scintille in Consiglio comunale sul caso del parcheggio Salviati
Scintille in Consiglio comunale sul caso del parcheggio Salviati

FIRENZE – Scintille in Consiglio comunale tra il presidente dell’assemblea Eugenio Giani e l’assessore alla Mobilità Massimo Mattei sul caso – sollevato da Firenze Post – del parcheggio Salviati di via Faentina. Il futuro dell’area è ancora avvolto da troppi punti interrogativi, e nonostante le rassicurazioni del Comune i cittadini della zona chiedono che si arrivi a una svolta. Ad oggi, infatti, della firma sull’accordo tra Palazzo Vecchio e Ferrovie (proprietario del parcheggio), dal quale l’amministrazione vorrebbe rilevare la gestione dell’area sosta, non c’è neppure l’ombra.

Prima di entrare nel merito della questione, l’assessore Mattei ha fatto notare al Consiglio come, a suo giudizio, la domanda – presentata dal consigliere della Lista Galli, Massimo Sabatini – non potesse essere definita propriamente d’attualità: non ci sono grandi novità, ha tuonato, e la vicenda risale a diversi mesi fa. “Abbiamo iniziato da tempo una discussione coi residenti. Manca, è vero, la firma della convenzione con Ferrovie – ha detto Mattei – ma questo aspetto non cambia di fatto nulla, perché i cittadini possono comunque parcheggiare. Come amministrazione, siamo già pronti con i lavori di illuminazione e ci vogliamo impegnare per far sì che l’area di sosta diventi un luogo adeguato, visto che per ora non è sicuro al 100% “.

Immediata, la replica al microfono di Giani, pronto a “bacchettare” in diretta Mattei. “La domanda è d’attualità – ha sottolineato il presidente del Consiglio – C’è infatti un articolo su Firenze Post, in uscita oggi, che riporta le parole dei cittadini della zona e che testimonia lo scontento degli abitanti. La domanda di Sabatini, ripeto, è quindi d’attualità”.

Nella denuncia di Firenze Post, Morena Benassi, portavoce dei cittadini, non risparmia critiche all’assessore alla Mobilità, che definisce “la manifestazione del non fare”.

Dopo il botta e risposta, ha preso infine la parola Sabatini, che da mesi segue da vicino gli sviluppi del caso. “Per una semplice firma su una convenzione, non basta un anno – ha affermato il consigliere di opposizione – Il comitato dei residenti di via Faentina venne in forze il 15 marzo 2012 per sollevare il problema del percheggio che rischiava di essere chiuso e che soffriva lo stato di abbandono totale. Allora gli fu promesso ‘è pronta la convenzione con Fs Sistemi Urbani e appena appena sarà firmata, l’amministrazione riprenderà la gestione della struttura nonché la sua manutenzione’. Da allora è stato un continuo rimando. Nessun risultato. Nessuna firma e il parcheggio è andato sempre peggiorando. Oggi, addirittura con fastidio, ci viene di nuovo risposto che manca la firma. Lo si può considerare un risultato politico? Si misura da questo l’efficienza di un’amministrazione? La risposta – ha consluso -, visto che dai banchi della giunta non arriva, sarà il caso di chiederla ai cittadini”.

In aula non sono infine mancati i “battibecchi” al momento della domanda d’attualità del consigliere Marco Stella su Firenze Parcheggi. A causa dell’assenza dell’assessore Petretto, non è stato possibile affrontare la vicenda di fronte ai consiglieri, circostanza che ha fatto andare su tutte le furie il capogruppo Pdl in Palazzo Vecchio.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.