“Le ricette della zia”: appuntamento dal sapore multietnico

Da sinistra Vladimiro Barberio presidente dell'Associazione Nazionale Italo-Filippina Giustizia e Diritto e Fabio Fanfani, console onorario delle Filippine a Firenze
Da sinistra Vladimiro Barberio presidente dell’Associazione Nazionale Italo-Filippina Giustizia e Diritto e Fabio Fanfani, console onorario delle Filippine a Firenze

FIRENZE – Preparatevi a leccarvi i baffi con ‘Le ricette della zi'”, libro di cucina scritto in tre lingue simultanee italiano, inglese, filippino, da Sandra Dodi con il prezioso contributo del marito Giancarlo Lippi e di sua nipote Ilaria Martinelli. Un appuntamento dal ‘gusto’ multietnico quello che ieri pomeriggio – in occasione peraltro del 65esimo anniversario delle relazioni diplomatiche fra Italia e Filippine – ha animato la sala Luca Giordano in Palazzo Medici Riccardi, concessa dal Presidente della Provincia Andrea Barducci.

Il testo del volume racchiude una serie di ricette  per lo più toscane, che pare siano state custodite per anni in un cassetto dalla signora Dodi. E’ stato il marito a raccoglierle e a spingere l’autrice del libro a trascriverle in modo semplice, comprensibile a tutti traducendole in lingua inglese e filippina (tagalog) per essere facilmente interpretate ed eseguite anche dai lavoratori filippini che vivono nelle nostre case. Come molti sapranno, si tratta di un popolo perfettamente integrato nel tessuto sociale delle famiglie italiane, che entra a fare parte delle famiglie stesse, con vincoli di rispetto, affetto ed amicizia. La speranza, anzi la convinzione, è che l’iniziativa contribuisca a migliorare questo rapporto alimentando l’integrazione tra lavoratori stranieri e famiglie italiane.

Sala Luca Giordano in Palazzo Medici Riccardi gremita di gente alla presentazione del libro

Alla cerimonia hanno presenziato numerose autorità, fra cui l’ambasciatore delle Filippine a Roma Virgilio A. Reyes Jr. che si è detto “affezionato a Firenze, alla gentilezza e al calore dei fiorentini e dei toscani” ed il console onorario delle Filippine a Firenze Fabio Fanfani che ha contribuito attivamente alla realizzazione dell’evento insieme a Vladimiro Barberio presidente dell’Associazione Nazionale Italo-Filippina “Giustizia e Diritto”. Barberio ha inoltre consegnato personalmente alcuni riconoscimenti, medaglie in bronzo del maestro Renzo Brandi, a tutti coloro che hanno partecipato direttamente alla realizzazione del volume ed anche ad alcune autorità presenti che cooperano con i cittadini stranieri nel territorio. Tra i presenti il prefetto di Firenze Luigi Varratta, il presidente del Tribunale Enrico Ognibene, il questore Francesco Zonno, il presidente del Consiglio comunale Eugenio Giani,  il presidente della Provincia di Arezzo Roberto Vasai, il colonnello Andrea Taurelli Salimbeni, comandante provinciale dei carabinieri.  I fondi raccolti della vendita dei volumi, saranno devoluti ad iniziative a favore dell’infanzia nelle Filippine.

Dopo la  presentazione del libro, è seguita – apprezzatissima dal folto pubblico – una degustazione di alcune “ricette della zia”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.