L’ “Inferno” di Dan Brown contro Khaled Hosseini: sfida per Dante nelle librerie americane

E' ispirato a Dante l'ultimo libro di Dan Brown
E’ ispirato a Dante l’ultimo libro di Dan Brown: in America il testo è pronto a “sfidare” l’ultima fatica di Hosseini

NEW YORK – Sarà un maggio “bollente” e non certo per il clima ma per la sfida editoriale che presto farà capolino nelle librerie americane. Da una parte, Dante Alighieri e l’affascinante Firenze nel nuovo bestseller di Dan Brown dal titolo “Inferno”, dall’altra l’ultima fatica di Khaled Hosseini, che proverà a battere il genio del “Codice da Vinci” col testo “L’Eco delle Montagne”. 

La nuova thriller-saga di Dan Brown (che verrà presentata proprio nel capoluogo toscano, con una conferenza stampa dell’autore il 6 giugno prossimo) uscirà il 14 maggio in quattro milioni di copie. A ruota seguirà il terzo romanzo di Hosseini, dopo il successo del “Cacciatore di Aquiloni” e “Mille Splendidi Soli”: una epopea multigenerazionale che Riverhead Books del gruppo Pearson Penguin Usa offrirà ai lettori in un milione di esemplari. Il romanzo avrà come tema centrale la famiglia e le relazioni personali. Una storia ambientata in diverse parti del mondo che racconterà di fratelli e sorelle, dei loro difficili rapporti, del sacrificio dell’uno per l’altro. Riuscirà il Sommo Poeta a battere il suo concorrente? E’ presto per dirlo.

La curiosità è molta. Per la verità, il libro di Hosseini doveva uscire per primo ma Doubleday che pubblica Dan Brown ha deciso di anticipare da data di uscita in liberia del romanzo in cui Robert Langdon, l’ormai familiare professore di simbologia Harvard, si muove per le strade e i panorami di Firenze. ”Sarà un mese incredibile in termini di vendite”, ha commentato con il Wall Street Journal Patricia Bostelman, direttore del marketing per la catena Barnes and Nobles.

I due autori, senza ombra di dubbio, sono tra i più seguiti e di successo negli ultimi anni. Hosseini, coi primi due romanzi, ha venduto qualcosa come 38 milioni di copie di tutti i formati in tutto il mondo secondo il suo agente Robert Barnett. Brown lo batte invece di molte lunghezze, con 200 milioni di copie tra stampa e e-book. Lo spazio per un rovesciamento dei ruoli appare un po’ limitato, anche se le due opere – è stato fatto notare – sono dirette a un pubblico diverso: Hosseini attirerà forse un pubblico più colto mentre Dan Brown sarà acquistato da lettori incuriositi dalla trama tutta italiana o dai fan che, da anni, seguono con passione lo scrittore.

Lo sforzo portato avanti dalle due case editrici per promuovere i testi è stato (e sarà) uno sforzo da gigante: Hosseini girerà 41 città per presentare il romanzo mentre Doubleday ha offerto un’edizione e-book gratis del Codice da Vinci accompagnata dal prologo di “Inferno”. Si tratta di un’iniziativa scaricata in mezzo milione di copie negli Stati Uniti e in Canada, e apprezzata anche dagli italiani.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.