Ferite a morte. Serena Dandini contro il femminicidio

Serena Dandini
Ferite a Morte
Rizzoli 2013 ( Controtempo)
Pagine 214
 
Serena Dandini- Ferite a morte

Ferite a Morte, l’ultimo lavoro di Serena Dandini, ci porta in un universo particolare, ove a parlare sono le voci di donne uccise, vittime di morte.

Queste donne raccontano l’ambiente in cui è avvenuto il delitto, la loro vita e l’evento culminante, la loro storia di fidanzate, mogli, ex mogli ed ex fidanzate e, come dei fantasmi, ci portano in un mondo ove possiamo constatare la realtà che hanno provato sulla loro pelle.

Sembrano lontane anni luce, eppure hanno vissuto vicino a noi..

Serena Dandini è brava a farle parlare con un linguaggio semplice che arriva dritto al cuore del lettore.

Attraverso la loro angolazione capiamo chi le ha uccise e perché, spesso magari anche futili motivi..

Non hanno un nome, ma solo una storia dolorosa sulle loro spalle.

E’ la voce di chi non può più raccontare effettivamente come sono andati i fatti e soprattutto indicare chi è stato il carnefice..

E’ palese il desiderio dell’autrice di portare a galla il fenomeno del femminicidio.

Nel suo paradiso popolato dall’energia vitale delle donne, queste ci portano in un’altra dimensione, quella di chi non ha denunciato prima ed ora non può farlo mai più, ma che grazie alle parole del libro continuano a parlare..

Un libro toccante, nato da un progetto più grande della Dandini che vede coinvolto anche uno spettacolo teatrale.

Il racconto è forte e si respira in ogni riga la sofferenza che quelle donne hanno provato, anche perché spesso il carnefice è la persona a loro più vicina.

Non è un libro triste, anzi la Dandini ha dichiarato di aver voluto far rinascere queste vittime per dare coraggio a chi non denuncia e può ancora uscire da una situazione difficile prima del baratro.

La seconda parte del libro, invece, grazie alla collaborazione di Maura Misiti (ricercatrice del CNR), è dedicata alla ricostruzione di questo fenomeno con schede e dati che ci mostrano come il nostro paese sia in buona posizione, purtroppo, in classifica.

Si conta una vittima ogni due, tre giorni.

Scheda:
“Ferite a morte”
Recensito da Maria Alessia Del Vescovo
il
In breve:
Serena Dandini con il suo nuovo libro “Ferite a morte”, ci porta nell’universo del femminicidio dando voce a donne che raccontano la loro tragedia.
Voto: 3,5 su 5

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.