Aeroporto di Firenze, Rossi: «Sì a variante del Pit o tutti a casa»

La pista dell’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze

FIRENZE – Un’annosa questione, un problema irrisolto quello dell’aeroporto fiorentino di Peretola. E laddove mancano i fatti sono le parole a farla da padrone. Una sorta di aut aut lo pone il Governatore Enrico Rossi che ha posto l’ammodernamento dello scalo fiorentino come uno dei punti principali del suo mandato.

«Siamo disposti ad accogliere suggerimenti e proposte di miglioramento, però o si vota la variante al Pit oppure io do le dimissioni, si va tutti a casa e alle elezioni» parole dure quelle del Presidente della Regione Toscana. «Non ci sono ragioni per cui non venga votata se non ragioni di chi si oppone in ogni caso all’innovazione. La variante è migliorativa rispetto all’impatto ambientale dell’aeroporto, e rispetto all’impatto sanitario, perché il rumore e l’inquinamento atmosferico non crescono».

Rossi ha anche aggiunto «prevediamo che la tramvia arrivi fino a Campi Bisenzio e Sesto, prevediamo anche il Parco agricolo della Piana che vogliamo consegnare alle generazioni future non edificato. La prospettiva in caso di non approvazione sarebbe quella della chiusura dell’aeroporto, che ora viaggia in deroga, e che se non lo adeguiamo rischia di essere degradato dalle autorità nazionali. Perderemmo un’infrastruttura fondamentale a servizio dell’economia».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.