Lavoro, a giugno in Toscana cassa integrazione in flessione

Cassa integrazione straordinaria in flessione in Toscana, in aumento quella ordinaria

FIRENZE – Rispetto al 2012 ed a maggio 2013 cassa integrazione in flessione a giugno in Toscana. L’Osservatorio regionale sul mercato del lavoro ha registrato un -39% per quanto riguarda le ore autorizzate di cig straordinaria e per la cig in deroga. Rispetto al maggio scorso la riduzione è di -26,6%. In aumento invece le ore di cassa integrazione ordinaria. In termini assoluti sono state autorizzate più di 26 milioni di ore.

«Se da un lato appare positivo il minore ricorso alla cassa integrazione straordinaria -spiega l’assessore alle attività produttive e lavoro Gianfranco Simoncini– è evidente che sul calo della cassa in deroga influisce il forzato stop alle autorizzazioni che la Regione Toscana come anche altre Regioni ha dovuto attuare a causa delle insufficienti risorse erogate fino ad oggi dal governo. L’aumento della cassa ordinaria sottolinea invece la criticità che caratterizza lo scenario economico regionale e testimoniano del calo complessivo della capacità produttiva delle nostre imprese».

Rispetto al resto del paese la situazione toscana, negli ultimi due mesi, mostra una situazione più favorevole. In Italia la riduzione rispetto a maggio c’è stata, ma si è attestata su un -4,9%. Se prendiamo in considerazione un arco di sei mesi, la situazione si rovescia e la Toscana mostra, fra gennaio e giugno, un incremento superiore alla media italiana rispetto allo stesso periodo 2012 (+13% Toscana; +4,6% Italia). In particolare la cassa ordinaria registra un + 44,5%, la straordinaria un +38%. Quella in deroga cala del -27% ma risente dello stop alle autorizzazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.