Incide il muro del Duomo di Pisa, chiede scusa alla città

Le scritte sul muro del Duomo di Pisa

PISA – Si è scusato e ha risarcito il danno il cinese 21enne arrestato mercoledì scorso per avere inciso il suo nome e quello di un amico con una chiave sui marmi di una delle pareti del Duomo di Pisa.

Il giovane, nato in Cina ma cittadino della Danimarca dove risiede da molti anni, era stato arrestato subito dopo il danneggiamento. Nelle scorse ore si è celebrata l’udienza di convalida dell’arresto, in occasione della quale il giovane ha versato 600 euro, la somma indicata dall’Opera della Primaziale come la cifra necessaria per effettuare la ripulitura del muro. Il giudice ha disposto la scarcerazione del 21enne oltre all’obbligo di allontanarsi da Pisa. Il giovane si è poi rivolto al giudice porgendo le scuse alla città per il suo gesto vandalico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.