Ricerca, ad Empoli un nuovo laboratorio di nanotecnologie

Il laboratorio di nanotecnologie
Il laboratorio di nanotecnologie

EMPOLI – Un microscopio a ioni di elio è il fiore all’occhiello del nuovo laboratorio di ricerca sulle nanotecnologie che sarà inaugurato sabato prossimo a Empoli alla presenza del ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, gli assessori regionali Gianfranco Simoncini e Vittorio Bugli.

Il microscopio è una delle nuove attrezzature di cui è dotato il centro di ricerca ed è costato un milione 461 mila e 200 euro. Si tratta del secondo esemplare di questo tipo in Italia ed il ventesimo in tutto il mondo e renderà il centro empolese di riferimento per l’area Sud Europa. Il laboratorio, 445 mq di superficie, si trova all’interno dell’ex ospedale San Giuseppe dismesso da anni e ora sede di tre corsi universitari e di una scuola di musica. Sarà gestito dal Grint (Gruppo di Ricerca Innovazione Nanotecnologie Toscano) e approfondirà le possibili applicazioni della nanotecnologia, ovvero della manipolazione della materia a livello atomico e molecolare per la messa a punto di nuovi materiali e nuovi processi in diversi settori produttivi quali il biomedico, farmaceutico, vetro e ceramica, materie plastiche e polimeriche, depurazione e catalisi, energia, tessile, edilizia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.