Arrestato uno spacciatore al termine di un’inchiesta per overdose letale

Pusher egiziano in manette
Pusher egiziano in manette

FIRENZE – Catturato un pusher al termine di un’inchiesta per overdose letale. La sezione antidroga della Questura di Firenze ha eseguito l’ordinanza del Tribunale nei di Firenze confronti di uno spacciatore di cocaina egiziano. Gli agenti, guidati da Alessandro Ausenda, hanno catturato uno spacciatore di origini egiziane di 30 anni colpito da un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Gip presso il Tribunale di Firenze. L’inchiesta era stata avviata dopo una morte per overdose avvenuta a Firenze nel settembre 2012. Al termine delle indagini erano finiti sul registro degli indagati l’arrestato, la sua convivente, una giovane ragazza italiana, ed un altro cittadino straniero. Quest’ultimo, indagato anche per il reato di omicidio, è ritenuto dagli inquirenti il diretto responsabile della cessione della dose di eroina che un anno fa uccise un fiorentino di 24 anni.

Il 23 settembre 2012 i medici dell’ospedale Santa Maria Nuova constatarono il decesso del giovane a seguito di arresto cardiocircolatorio dovuto all’assunzione di oppiacei. La Squadra Mobile si mise subito sulle tracce dei possibili responsabili di quella morte, partendo dalla ricostruzione dei movimenti della vittima nelle sue ultime ore di vita. E’ emerso che il ragazzo aveva acquistato più volte cocaina con alcuni suoi amici proprio da un egiziano, noto alle forze dell’ordine per i suoi specifici precedenti, ed eroina da un altro pusher. A conclusione delle indagini il Tribunale di Firenze ha emesso le ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei due spacciatori, uno dei quali, il venditore di eroina, non è al momento reperibile sul territorio italiano.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.