Toscana, risultati primarie Pd: i candidati sindaci in 64 comuni

Il voto per le primarie del Pd
Il voto per le primarie del Pd

FIRENZE – Esulta il Pd renziano, governato in Toscana da Dario Parrini, segretario regionale e luogotenente di Matteo, dopo le primarie del 9 marzo. Che hanno visto 115 mila elettori alle urne per indicare il candidato sindaco dei Democratici in 64 comuni. Esultanza dovuta al fatto che l’8  dicembre 2013, alle primarie per la scelta del candidato segretario del Pd, quelle che segnarono la scalata  che ha portato Renzi alla presidenza del consiglio, votarono 111 401. Il popolo piddino che partecipa, dunque, non solo non si è sfaldato, ma è aumentato. Soddisfatto il Parrini e contento Antonio Mazzeo, responsabile per l’organizzazione.

Resta da dire che in alcuni comuni è polemica. Ci sono candidati che hanno chiesto di ricontare le schede  e altri che si dichiarano discriminati dal tipo di campagna elettorale che si è consumata nelle sezioni e nei circoli. E sono apertamente polemici i commenti dei partiti di sinistra, storicamente alleati del Pd nelle varie amministrazioni toscane, perché avrebbero voluto candidati di coalizione per non dover sottostare all’egemonia piddina.  Polemica che continua a soffiare a Firenze, dove il Pd terrà le primarie per il sindaco il 23 marzo (data scelta anche dai democratici di Livorno e di Piancastagnaio), e dove la scelta di Nardella e dei suoi sfidanti, Iacopo  Ghelli e Alessandro Lo Presti continua a suscitare malcontento nei possibili alleati per le elezioni di maggio. Malcontento che spacca lo stesso Pd: c’è chi non si è rassegnato al fatto che siano stati lasciati fuori dalla competizione Andrea Barducci, presidente della Provincia e, soprattutto, Eugenio Giani, indicato come  l’avversario più temibile per Nardella.

Ed ecco, comune per comune, i vincitori delle primarie. Risultato ufficioso, precisa cauto il Pd regionale, in attesa della verifica delle schede nei comuni in cui è stata richiesta. Scarica qui Elenco vincitori (ufficiosi).

 

 

Leave a Reply Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *