La mappa della nuova viabilità

Firenze, lavori per la tramvia: alle 12 del 29 dicembre chiude il Ponte Statuto e apre il ponte Bailey sul Mugnone

di Paolo Padoin - - Cronaca

IMG_1564FIRENZE – L’avanzare (lento) dei cantieri della tramvia fiorentina, linee 2 e 3.1, ha subito però un’accelerazione limitata: la costruzione del nuovo ponte Bailey sul Mugnone, che sarà inaugurato domani, lunedì 29 alle ore 12.

In contemporanea sarà chiuso il ponte allo Statuto. Ci saranno quindi novità significative per i cittadini, in quanto la circolazione nella zona sarà profondamente rivoluzionata. Un’osservazione preliminare. Il nuovo ponte sarà a tre corsie, a un solo senso di marcia e assorbirà il traffico in direzione Careggi.

Le auto e gli autobus che provengono dal senso opposto, da via dello Statuto, dovranno perciò utilizzare un ponte alternativo: o quello in corrispondenza di via Poliziano o il ponte Rosso. Che sono spesso ingolfati. Il rischio, dunque, è che da domani lo siano ancora di più.

Inoltre, come si può notare dalle foto, il Ponte Bailey non è completato quanto alla segnaletica orizzontale; la corsia di sinistra è ancora limitata da new-jersey. Ma i gestori della nostra circolazione hanno pensato che quella è la direttrice seguita dalle ambulanze e dai mezzi di soccorso verso Careggi? Da dove transiteranno se le tre corsie saranno ingolfate come prevedibile? Perché è noto che il traffico è come l’acqua (a proposito di Mugnone). Se si restringono i tubi (le corsie dei ponti o delle strade disponibili) da qualche parte i veicoli debbono passare, e a questo punto i cittadini dovranno rassegnarsi a utilizzare i mezzi pubblici se non vorranno rimanere imbottigliati, come prevede anche il Comune, che invita a non usare l’auto privata.

MODIFICHE – Ecco come, in una nota, Palazzo Vecchio precisa i dettagli della nuova viabilità. Inizieranno alle 12 di lunedì 29 dicembre le modifiche alla circolazione in zona Fortezza-Statuto collegate all’avvio della nuova fase della cantierizzazione della linea 3 della tramvia. Modifiche che culmineranno con la chiusura del Ponte di Statuto e la contestuale apertura della struttura provvisoria realizzata in asse con via Leone X-via Crispi, tassello fondamentale dell’itinerario alternativo predisposto per collegare le due rive del Mugnone. «Si tratta di variazioni alla circolazione di grande rilievo – sottolinea l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti – per le quali il rischio disagio è molto elevato. Invito quindi i fiorentini a ridurre l’utilizzo dei mezzi privati soprattutto in questa zona e a privilegiare il trasporto pubblico». Per attivare il nuovo itinerario scatterà l’inversione in via Leone X che diventa a senso unico verso XX Settembre; l’istituzione del doppio senso di marcia su via XX Settembre nel tratto da via dello Statuto a via Crispi, l’istituzione del senso unico in via Crispi (tratto via Puccinotti-via XX Settembre) in direzione di via Puccinotti. Prevista anche l’istituzione di nuovi impianti semaforici e la modifica di gran parte di quelli presenti nell’area oltre a cambiamenti in materia di sosta. Qui il link per verificare le variazioni ai percorsi dei bus Ataf.

IMG_1566

STATUTO – Divieto di transito dunque sul Ponte di Statuto: revocati anche i percorsi pedonali e ciclabili su ambo i lati e nella zona dove sarà allestito il cantiere per la realizzazione dei sottopassi, ovvero l’area in corrispondenza dell’intersezione tra viale Strozzi-Ponte dello Statuto-largo Martiri delle Foibe-via Guido Spadolini (compresi i marciapiedi lungo il Mugnone), largo Martiri delle Foibe e viale Milton (fino a via Leone X). Inoltre in viale Strozzi sarà istituito un restringimento di carreggiata (da viale Lavagnini a largo Martiri delle Foibe) e da via Spadolini verso via del Romito (con chiusura della pista ciclabile) con il mantenimento di quattro corsie di scorrimento. Per mantenere il collegamento tra le due rive del Mugnone e consentire ai veicoli di raggiungere le zone Statuto-Careggi è stato predisposto un itinerario alternativo che scatterà contestualmente alla chiusura dell’area di cantiere: ovvero via Leone X-ponte provvisorio-via Crispi-via Puccinotti. Questo itinerario è accessibile da via Lorenzo Il Magnifico o da viale Lavagnini nell’altra direzione (per i veicoli provenienti da piazza della Libertà).

STROZZI – ROMITO: I mezzi in uscita dall’area della stazione e da via Ridolfi e diretti verso viale Belfiore dovranno necessariamente percorrere l’itinerario viale Lavagnini-via Leone X-via Lorenzo Il Magnifico-viale Strozzi. Inoltre l’accesso alla rampa di piazza della Costituzione da viale Strozzi sarà chiuso (eccetto che per i veicoli a servizio di Pitti Immagine): i mezzi provenienti da viale Strozzi diretti verso il Romito dovranno utilizzare il percorso alternativo e poi svoltare a sinistra in via XX Settembre (che diventerà a doppio senso nel tratto via dello Statuto-via Crispi). Anche viale Milton sarà chiuso da via Leone X verso largo Martiri delle Foibe: il transito sarà consentito soltanto a chi è diretto verso lo Statuto attraverso il ponte provvisorio, gli altri veicoli dovranno utilizzare via Lorenzo il Magnifico o viale Lavagnini. Chi percorre via dello Statuto troverà il ponte chiuso e quindi potrà svoltare a sinistra se diretto in piazza della Libertà o a destra se diretto verso viale Belfiore passando per piazza della Costituzione, che diventerà a doppio senso.

E ci saranno novità anche per la sosta nelle vie interessate: 
– Via Filippo Strozzi da viale Lavagnini a Largo Martiri delle Foibe, lato fabbricati, istituzione di divieto di sosta con revoca degli stalli di sosta riservati ai taxi e revoca della pista ciclabile;
– Istituzione di divieto di transito eccetto autorizzati su viale Milton nel tratto tra Strozzi e Leone X e Largo Martiri delle Foibe;
– Spostamento dei new jersey posti su viale Lavagnini nel tratto tra Strozzi e Leone X, con la creazione di 2 corsie in direzione Fortezza e di 5 corsie in direzione Libertà, di cui 2 per la svolta su Leone X (in direzione Statuto);
– Istituzione sosta parallela ambo i lati su via L. il Magnifico;
– Istituzione di divieto di sosta su via Puccinotti nel tratto terminale della stessa, ultimi 20 metri, prima dell’intersezione con via dello Statuto, al fine di consentire la svolta degli autobus;
– Istituzione di divieto di sosta su via dello Statuto da via Puccinotti al civico 8r per consentire la svolta degli autobus;
– Istituzione doppio senso di circolazione su via XX Settembre nel tratto compreso tra piazza della Costituzione e via Crispi;
– Istituzione doppio senso di circolazione in Piazza Costituzione sulla porzione di fianco al torrente Mugnone;
– Istituzione di divieto di transito a tutti i veicoli in piazza Costituzione, corsia lato fabbricati direzione Careggi, nel tratto compreso tra via XX Settembre e via Puccinotti, eccetto i veicoli diretti al passo carrabile;
– Istituzione di n. 3 posti riservati ai taxi su via Cosseria, 15 m prima dell’intersezione con via del Romito;
– Istituzione di n. 3 posti riservati ai taxi sul Piazzale Montelungo, Lato Ferrovia;
– Nuovo impianto semaforico sull’intersezione Lavagnini/ Leone X;
– Nuovo impianto semaforico sull’intersezione L. il Magnifico/ Leone X;
– Nuovo impianto semaforico sull’intersezione Milton/ Leone X;
– Nuovo impianto semaforico sull’intersezione XX Settembre/ Crispi;
– Modifiche ad alcuni impianti esistenti intorno all’area di intervento;

Seguiremo l’evolversi della situazione, e mi sembrano fondate le preoccupazioni espresse dall’Assessore Giorgetti. I fiorentini si sapranno adattare come hanno fatto in altre occasioni. Anche se stavolta si tratta di un periodo lungo, quasi tre anni. Alcuni lettori hanno osservato, in merito ai miei articoli dedicati al rischio idraulico derivante dal nuovo Ponte sul Mugnone, che l’emergenza più grave non sarebbe stata quella dell’acqua, ma quella del traffico. La circolazione non mi sembra un’emergenza più grave di quella dell’alluvione (nella quale sono in gioco vite umane) ma sicuramente è quella più immediata per la nostra vita di tutti i giorni. E per chi può sarà salutare farsi qualche bella passeggiata.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: