Isola del Giglio, Costa Concordia: contributo di 300.000 euro dalla Giunta regionale per rilanciare l’economia

Costa Concordia
Costa Concordia

FIRENZE – Un contributo straordinario di 300 mila euro per la realizzazione di alcuni interventi destinati a rilanciare l’economia dell’Isola del Giglio, ancora alle prese con i disagi causati dal naufragio della Costa Concordia del gennaio 2012. Lo stabilisce una delibera presentata dal presidente Enrico Rossi e approvata dalla giunta regionale. L’importo messo a disposizione dalla Regione è la provvisionale che le è stata riconosciuta come parte civile a titolo di risarcimento danni nel procedimento penale in seguito alla sentenza del Tribunale penale di Grosseto del 10 luglio 2015, emessa nei confronti del comandante della nave Costa Concordia Francesco Schettino.

«In questi anni trascorsi da quel tragico 13 gennaio 2012 – ha commentato il presidente Enrico Rossi – non ci siamo dimenticati del Giglio. Abbiamo aiutato l’amministrazione comunale a rilanciare la promozione turistica, la risorsa principale dell’isola, abbiamo contribuito a recuperare il territorio e l’ambiente, valorizzando altre due risorse del Giglio, ovvero pesca ed agricoltura, abbiamo promosso modelli di sviluppo sostenibile attraverso l’utilizzo di energie alternative. Ma anche mettendo a punto sistemi tecnologicamente avanzati per migliorare la sicurezza in mare in modo da scongiurare in futuro la possibilità di eventi così tragici».

Secondo il Governatore il contributo servirà ora per realizzare altri lavori che vanno tutti nella direzione di far tornare la normalità al Giglio. E – conclude Rossi – se questo in parte è già avvenuto lo dobbiamo soprattutto alla popolazione che non si è mai persa d”animo anche nei momenti più difficili.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *