Pitrasanta: Mallegni si dimette da sindaco. Si candiderà alle politiche (ma Berlusconi nega di averlo chiesto)

Massimo Mallegni con Silvio Berlusconi

PIETRASANTA (LUCCA) – Massimo Mallegni rassegna le dimissioni da sindaco di Pietrasanta per potersi candidare alle prossime elezioni politiche. Lo ha annunciato lo stesso primo cittadino ai dipendenti in occasione della presentazione del resoconto di metà mandato che si è tenuta questa mattina al Teatro Comunale. Mallegni era stato eletto, per la terza volta dopo le esperienze del 2000-2005 e 2005-2010, nel giugno 2015 con un ampio consenso con una lista civica sostenuta da Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia.

Mallegni è attualmente vice coordinatore vicario di Forza Italia in Toscana e vice presidente dell’Aicree. La sua prima uscita ufficiale da sindaco dimissionario sarà la tre giorni di Fiuggi, organizzata da Antonio Tajani e a cui è atteso il presidente Silvio Berlusconi per la chiusura.

AGGIORNAMENTO DELLE 21,10

Nessuna promessa di seggi in parlamento né tantomeno la richiesta di dimissioni ai sindaci: è
questo, a quanto si apprende da fonti di Forza Italia, il pensiero di Silvio Berlusconi in merito alle dimissioni di Massimo Mallegni, sindaco di Pietrasanta, che la ha motivate affermando che ad
averglielo chiesto sarebbe stato proprio il Cavaliere per candidarlo alle prossime Politiche.

Berlusconi, ribadiscono le stesse fonti, non ha effettuato nessun tipo di richiesta ad
alcun sindaco e soprattutto non ha promesso alcuna candidatura non avendo neanche chiara la legge elettorale con cui si tornerà alle urne.

Leave a Reply Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *