Pistoia: identificati dalla polizia grazie a WhatsApp, dopo aver venduto collanine false

PISTOIA – Nel marzo di quest’anno si erano presentati ad una gioielleria di Pistoia ed avevano venduto al titolare tre collanine in oro giallo per circa quattrocento euro. Ad un successivo e più accurato controllo però i tre monili si sono rivelati di un materiale non propriamente nobile, così come evidenziato nel corso dei tentativi di fusione del metallo. I due presunti autori della truffa, già noti alle forze di polizia, sono stati identificati grazie alle immagini dell’impianto di videosorveglianza dell’esercizio e all’acquisizione di altre immagini fatte girare tramite Whatsapp da vari titolari di gioiellerie sul territorio nazionale a loro volta raggirati dalla coppia e denunciati per truffa dai carabinieri di Pistoia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.