Ferrari: Raikkonen smorza la polemica e parla del gran premio del Bahrain

BAHRAIN – Si smorza la polemica in casa Ferrari. Kimi Raikkonen, nella conferenza stampa del giovedì del Gran Premio del Bahrain, è tornato a parlare della prima gara della stagione in Australia, dove si è piazzato terzo, dietro al compagno di squadra Sebastian Vettel, primo al traguardo, e a Lewis Hamilton secondo. E il finnico è tornato sul suo fatidico Team Radio di Melbourne.

“Si parla sempre e la gente vuole creare delle storie sul nulla – le sue parole -. Si dicono tante cose tramite la radio ed è molto facilmente distorcerle e creare delle storie fasulle. Se prendi gli ultimi anni ho detto tante cose alla radio, basta tirarle fuori dal contesto per creare delle storie”.

“E’ stato un weekend piuttosto lineare – ha aggiunto Raikkonen su Melbourne -, in cui potevamo fare di più e migliorare come sempre. Perché non importa se vinci o finisci terzo, c’è sempre qualcosa su cui migliorare. Avremmo voluto una situazione finale diversa, ma il team ha fatto un buon lavoro ed io non ho nulla di cui lamentarmi. Abbiamo portato a casa un buon bottino di punti”.

Ora però il Circus si è spostato in Bahrain, e sul nuovo Gran Premio ‘Iceman’ ha dichiarato: “Non so come andrà. Noi da parte nostra faremo il meglio. Il team in Australia ha vinto la gara e portato due auto sul podio. Non è andata troppo male. Non possiamo prevedere come si evolverà il campionato, noi dobbiamo lavorare per migiorare le cose cercando di stare davanti. E’ difficile farsi delle idee su cosa accadrà, noi faremo il nostro normale lavoro, sperando di avere un weekend lineare”.

“Io cerco di dare il mio meglio a cominciare delle qualifiche. Qui non ho mai fatto grandi risultati, ma ho sempre fatto del mio meglio. Il risultato può dipendere dalle gomme. Io da parte mia devo cercare di fare il mio lavoro per stare davanti e poi vediamo come andrà in gara. Noi faremo del nostro meglio per ottenere il miglior risultato in qualifica e poi in gara. Ma non conta se sei-sette decimi dietro in qualifica, se poi la domenica vinci”, la conclusione del campione del mondo 2007.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.