Mosca: proteste contro la riforma delle pensioni voluta da Putin. 1.000 arresti

MOSCA – Migliaia di russi hanno manifestato contro la riforma pensionistica rispondendo all’appello dal carcere del leader dell’opposizione Alexey Navalny, nel giorno delle elezioni amministrative e regionali. A Mosca, dove si votava per l’elezione del sindaco, almeno 2mila persone si sono riunite sotto stretta sorveglianza della polizia in Pushkin square, in centro città, urlando lo slogan «Putin è un ladro». A San Pietroburgo circa un migliaio di persone sono scese in strada urlando «vergogna». La risposta delle autorità non si è fatta attendere: la polizia avrebbe arrestato 839 partecipanti alle manifestazioni organizzate in tutto il Paese contro la riforma delle pensioni. Secondo l’organizzazione OVD-Info, i fermi sono avvenuti soprattutto a Ekaterinburg negli Urali e Omsk in Siberia.

Speriamo che la riforma delle pensioni voluta da Di maio – Fico e dal governo giallo-verde non ci porti a tanto, pervhjé anche in Italia la gente è sempre più esasperata per il disagio economico e sociale, dovuto anche alla presenza di centinaia di migliaia d’immigrati nullafacenti o, peggio, dediti al crimine.

Leave a Reply Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *