- Firenze Post - https://www.firenzepost.it -

Week end 3-4 novembre: musei gratis, anniversario della fine della Grande Guerra e dell’alluvione del 1966, eventi

Scritto da Roberta Manetti sabato, 03 Novembre 2018 00:20 @ 00:20 in Cronaca,Cultura,Primo piano,Spettacolo | No Comments

FIRENZE

Domenica 4 novembre 2018, centesimo anniversario dalla fine della Grande Guerra: alle 9,30, in piazza Santa Croce, a Firenze, cerimonia con le Forze Armate con l’intervento del prefetto, Laura Lega. E caserme aperte per la giornata dell’Unità nazionale.

Domenica Metropolitana e anniversario dell’alluvione del 1966 – Il 4 novembre è l’undicesima Domenica Metropolitana del 2018; sono gratis tutti i musei compresi nell’elenco pubblicato nel sito www.beniculturali.it: Galleria degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia e Palazzo Pitti e tanti altri musei meno famosi, ma pur sempre ricchi di capolavori a Firenze e in altre città toscane. Gratis per residenti nella Città metropolitana anche i Musei Civici Fiorentini (http://www.museicivicifiorentini.comune.fi.it): Museo di Palazzo Vecchio (orario 9.00/23.00), Torre di Arnolfo (orario 9.00/21.00, 30 persone ogni mezz’ora), Scavi archeologici di Palazzo Vecchio (orario 9.00/23.00, 25 persone ogni mezz’ora), Santa Maria Novella (orario 12.00/18.30), dove si possono ammirare anche gli affreschi antichi scoperti e restaurati di recente, Museo Stefano Bardini (orario 11.00/17.00), Fondazione Salvatore Romano (orario 10.00/16.00), Museo Novecento (orario 9.00/19.00), Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine (orario 13.15/16.45, ultimo accesso ore 16.15, 30 persone ogni mezz’ora), Torre di San Niccolò (orario 17.00/20.00, 18 persone ogni mezz’ora). Aderisce anche il rinnovato Museo della Misericordia in Piazza Duomo (tel. 055-239393). Per visitare il Museo del Bigallo (Piazza San Giovanni 1) è necessaria la prenotazione al tel. 055 288496 (visite accompagnate alle h10.00 e alle h12.00). Elenco dei percorsi e delle visite guidate sul sito della Città metropolitana. I residenti nella città metropolitana di Firenze si ricordino di presentare in biglietteria la Carta di Identità. La prenotazione alle attività è obbligatoria, all’atto della prenotazione è possibile riservare un solo appuntamento nel corso della giornata per un massimo di 5 persone. Senza prenotazione sono gli accessi ai Musei Civici Fiorentini e sono disponibili fino ad esaurimento posti per motivi di sicurezza. Prenotazioni 055-2768224, 055-2768558. Ma è anche l‘anniversario dell’alluvione di Firenze: dalle 7 in piazza Santa Croce apposizione di una corona d’alloro del Comune di Firenze alla lapide che ricorda tutte le vittime dell’Alluvione di Firenze del 4 novembre 1966 presso la facciata della sede del Quartiere 1. Alle 8 presso il Cimitero di San Felice a Ema (Galluzzo) omaggio floreale del sindaco sulla tomba di Carlo Maggiorelli, l’operaio dell’acquedotto comunale che la mattina del 4 novembre 1966 morì per non aver lasciato il suo posto di lavoro mentre l’acqua saliva. Saranno presenti rappresentanti dell’Amministrazione comunale e di Firenze Promuove oltre ai parenti. Alle 12.30 presso l’Oratorio Santa Maria delle Grazie (lungarno Diaz 6) Santa Messa presieduta dal Cardinale Ennio Antonelli, Arcivescovo Emerito di Firenze, promossa dall’Associazione Firenze Promuove in memoria delle vittime dell’Alluvione del 1966. Partecipa il Gonfalone del Comune con il presidente del Consiglio Comunale Andrea Ceccarelli. Alle 13.15 corteo dall’oratorio fino al centro di Ponte alle Grazie aperto dal Gonfalone per la benedizione del fiume Arno da parte del Cardinale Antonelli, i discorsi commemorativi e il lancio in Arno della corona d’Alloro del Comune in ricordo delle vittime da parte del presidente del Consiglio Comunale Andrea Ceccarelli e del presidente di Firenze Promuove Mariani. Alle 15.30 in via Carlo Maggiorelli (Nave a Rovezzano vicino alla chiesa) lo scoprimento della nuova targa toponomastica della strada dedicata a Carlo Maggiorelli. Partecipano rappresentanti dell’Amministrazione comunale e dell’Associazione Firenze Promuove, il Presidente del Quartiere 3 Alfredo Esposito e i parenti di Maggiorelli.

In occasione del 52° anniversario dell’alluvione domenica 4 alle 15 e alle 17 la Fondazione Franco Zeffirelli organizza la proiezione (in versione integrale) del documentario Per Firenze (con il soggetto e la regia di Zeffireli, la voce narrante dell’attore inglese Richard Burton e le musiche di Roman Vlad), e una speciale visita nell’Archivio della Fondazione dove saranno mostrati documenti e fotografie inediti relativi a quella produzione Rai che emozionò il mondo intero.  Posti al momento esauriti, ma verrà replicata in altre date. Per la proiezione del documentario e la visita in Archivio è obbligatoria la prenotazione (fino a un massimo di 20 persone per gruppo) scrivendo all’indirizzo mail ticket@fondazionefrancozeffirelli.com oppure telefonando (dalle 10 alle 17, dal martedì alla domenica) al numero 055.2658435. Il prezzo d’ingresso è di 10 euro.

Sol GabettaAmici della Musica – Al Teatro della Pergola (via della Pergola 18)  sabato 3 alle 16 protagonisti saranno il violino del musicista ungherese Kristóf Baráti e il pianoforte di Enrico Pace, per una calata nelle atmosfere musicali di Brahms, di cui verrà eseguita la Sonata n. 2 in la maggiore op. 100, Janáček, per la Sonata VII/7 e Beethoven, con la Sonata n. 9 in la maggiore op. 47, “A Kreutzer”. Domenica 4 alle 21 tutta l’attenzione sarà per il pianismo sofisticato e raffinato di Alexandre Lonquich, in dialogo con uno dei più interessanti ensemble di musica da camera francese, il Quatuor Ebène, ovvero Pierre Colombet e Gabriel Le Magadure ai violini, Marie Chilemme alla viola e Raphael Merlin al violoncello. Insieme eseguiranno il Quartetto n. 5 in la maggiore op. 18 n. 5 di Beethoven, il Quartetto n. 1 in do minore op. 51 n. 1 di Brahms e il Quintetto in fa minore per pianoforte e archi di Franck. Lunedì 5 alle 21, il Teatro della Pergola si riempirà delle risonanze del violoncello “Matteo Goffriller 1730” suonato dall’argentina Sol Gabetta, tra le più brillanti musiciste del momento. Con il pianista francese Bertrand Chamayou, darà vita alle pagine del Fünf Stücke im Volkston op. 102 di Schumann, alla Sonata in do maggiore op. 65 di Britten e infine alla Sonata in sol minore op. 19 di Rachmaninov.

Suoni Riflessi – Domenica 4 alle 11 alla Sala Vanni di Piazza del Carmine 19 concerto di Massimo Quarta, uno dei più importanti violinisti a livello internazionale, celebrato interprete di Paganini. Con lui il pianista Matteo Fossi e tre giovani musicisti dell’ensemble Nuovo Contrappunto. In programma musiche di Rossini, di Paganini e la Sonata a Kreutzer di Beethoven. Il giorno precedente Quarta interverrà insieme a Fossi, vice direttore di “Suoni riflessi”, al secondo incontro «a tu per tu coi protagonisti» (e a ingresso libero) del ciclo “Svelare la musica”.

Pergola – Per la stagione di prosa al Teatro della Pergola sabato 3 alle 20.45 e domenica 4 alle 15.45Roberto Andò dirige Anna Foglietta, Paolo Calabresi, Lucia Mascino, David Sebasti e Simona Marchini in «Bella figura» di Yasmina Reza, traduzione Monica Capuani, scena e luci Gianni Carluccio, costumi Gemma Mascagni. Biglietti da 14 a 34 euro. Durata: 80’, atto unico.

Lisetta Luchini ricorda Marasco – Al Teatro le Laudi (Piazza Savonarola) sabato 3 e domenica 4 Lisetta Luchini in «Noi ti si ricorda così», spettacolo per ricordare Riccardo Marasco.

Claudia Catarzi  – A Cango, via S. Maria 25 Claudia Catarzi propone sabato 3 alle  21 la creazione site specific clouds, esito del percorso di trasmissione condotto dalla coreografa con un gruppo di 11 danzatori in residenza creativa a Cango per una settimana. Il lavoro si basa sulle suggestioni originate dalla trasformazione: niente si ferma veramente, anche se si posa, tutto muta continuamente, come il muoversi e il danzare, come le formazioni delle nuvole che sono in costante evoluzione. Musica dal vivo del percussionista Gianni Maestrucci. Al termine della performance i protagonisti incontrano il pubblico. Ingresso: 5€ biglietto unico. Info e prenotazioni: tel. 055 2280525  biglietteria@virgiliosieni.it  www.virgiliosieni.it

Lillo e Greg al Puccini – Sabato 3 novembre ore 21 al Teatro Puccini (Via delle Cascine 41 ) LSD Edizioni srl presenta Lillo e Greg in Gagmen. Domenica 4 alle 16.45 Pupi di Stac presenta Caterina e l’Orchessa di Enrico Spinelli, regia Giulio Casati, burattini e costumi Monique Quartini, scenografie Massimo Mattioli, musiche Enrico Spinelli. Info Tel. 055.362067 www.teatropuccini.it

Careggi in musica – Domenica 4 doppio appuntamento con i concerti A.Gi.Mus. negli ospedali fiorentini. Alle ore 10.30, presso l’Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi (Largo Brambilla 3), per la stagione concertistica Careggi in Musica organizzata in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi si esibiranno in concerto Chiara Morandi e Caterina Cioli. Entrambe componenti dell’ORT – Orchestra della Toscana, le musiciste si alterneranno a violino e viola, imbracciando a turno entrambi gli strumenti per un programma che, non a caso, porta il sottotitolo “il duetto in tutte le sue combinazioni”. La mattinata, ad ingresso libero, prevede musiche di J. M. Leclair, B. Martinu, A. Rolla, G. F. Händel / J. Halvorsen. In contemporanea, A.Gi.Mus. sarà presente anche all’ospedale pediatrico Meyer, in collaborazione con Fondazione Meyer, per la rassegna di fiabe musicali in ludoteca (viale Pieraccini 24, ore 10.30). In questo caso andrà in scena la celebre fiaba “Masha e Orso”, eseguita in forma musicale da Giada Moretti, Giulia Fidenti, Alda Dalle Lucche e dall’ EOS Saxophone Project. Lo spettacolo è riservato ai bambini e familiari dell’ospedale Meyer. I posti per il pubblico esterno sono limitati e in questo caso già tutti esauriti.

Festival de Popoli – Sarà il regista Roberto Minervini, tra i cineasti italiani più innovativi e  sorprendenti del panorama internazionale, a inaugurare la 59esima edizione del Festival dei Popoli, sabato, 3 novembre, alle 21, al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour, 50/r) con il documentario What you gonna do when the world’s on fire?, un ritratto profondo dell’America “nera” tra razzismo, discriminazioni e sopravvivenza. Al termine della proiezione sarà presente il regista per incontrare il pubblico. Programma completo su www.festivaldeipopoli.org/

Concerto per Gaza – Al Teatro Affratellamento (via G.P. Orsini 73) da domenica 4 c’è la mostra “windows from gaza”, la società gazawi raccontata attraverso la pittura, del gruppo di artisti shababik e da fotografi senza frontiere; concerto con: Il Coro le MusiQuorum, Il Coro Mnemosine, Rudy Assuntino, la Nuova Brigata Prestolana (Perugia) presenterà il suo spettacolo su Aldo capitini e Franco Fortini, che nel 1961 promossero la prima Marcia Perugia-Assisi.

Tenax – Spaziano dalla disco alla techno e, non a caso, il loro suono è definito “groovy techno”. Si chiamano Marvin & Guy e insieme a Luca Donzelli e a David Brilli sono gli ospiti del prossimo appuntamento con Nobody’s Perfect, previsto al Tenax sabato 3 novembre (via Pratese 46, apertura porte ore 22:30 – ingresso 10/12/15 € – vietato ai minori di 18 anni).

Mostre A Palazzo Strozzi «The Cleaner», grande mostra dedicata a Marina Abramović: una panoramica sui lavori più famosi della sua carriera, dagli anni Settanta agli anni Duemila, attraverso video, fotografie, dipinti, oggetti, installazioni e la riesecuzione dal vivo di sue celebri performance. Fino al 20 gennaio 2019.

Fino al 2 dicembre nella Sala Detti degli Uffizi c’è «D’odio e d’amore. Giorgio Vasari e gli artisti a Bologna». Si entra col biglietto degli Uffizi (intero € 12.00; ridotto € 6.00 per i cittadini dell’U.E. tra i 18 e i 25 anni); dal martedì alla domenica, ore 8.15 – 18.50.

Sempre agli Uffizi, fino al 20 gennaio, si  dà il via alle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo (2 maggio 1519) esponendo il Codice Leicester di Leonardo da Vinci. Le 72 pagine del manoscritto ex Hammerl e oggi di Bill Gates, esposte in blindatissime teche, sono affiancate da un sofisticato apparato multimediale che viene dagli USA: si chiama Codescope e ci permette di sfogliare le pagine e di leggerle in grafia moderna, sia in italiano sia in inglese, con un rovesciamento speculare della scrittura mancina da destra a sinistra di Leonardo. Genialità palese anche nell’intuizione che tutte le cose della Terra, dalle rocce all’uomo, obbediscano alle medesime leggi. E in Galleria si possono poi ammirare l’Annunciazione, il Battesimo di Cristo (dipinto col Verrocchio) e l’incompiuta Adorazione dei Magi,appena restaurata.

A Santo Stefano al Ponte (via Por Santa Maria), nell’ambito di Da Vinci Experience, mostra multimediale prodotta da Crossmedia Group e prorogata fino al 4 novembre 2018: visibile (e funzionante) l’ornitottero di Leonardo da Vinci, realizzato sul posto da Jacob Sadovich, appassionato americano dell’Idaho, che ha utilizzato 426 mattoncini Lego ufficiali.

Nella cripta di San Miniato al Monte (via delle Porte Sante) c’è Gernika (ovvero Guernica in basco), mostra dell’artista basca Sofìa Gandarias (1951-2016) che arriva dopo che è stata ammirata nella Sala delle esposizioni dell’Abbazia Benedettina di Santo Domingo de Silos, a Burgos in Spagna. Le tre scene molto significative dell’opera dell’artista, i cinque suggestivi bozzetti che rappresentano la violenza e la guerra vissuta attraverso il dramma dei colori, le immagini insolite delle donne e l’orologio sulla facciata della chiesa che segna il momento dell’attentato, riportano il visitatore al terribile attacco aereo che distrusse la città basca il 26 aprile 1937.

Fino a domenica 18 novembre nello Spazio Mostre Fondazione CR Firenze c’è “Artiste. Firenze 1900-1950”. Un totale di 35 opere di che spaziano tra i generi del ritratto, della natura morta e del paesaggio.

A Palazzo Medici Riccardi fino al 24 febbraio mostra su Bansky.

Al Museo Stibbert (via Stibbert, 26) c’è la mostra «Conviti e banchetti. L’arte di imbandire le mense». Fino al 6 gennaio 2019.

È possibile visitare Casa Galilei, museo ricavato a Villa Il Gioiello, sulla collina di Arcetri, dove lo scienziato trascorse gli ultimi dieci anni della sua vita. Alcuni ambienti sono stati ricostruiti sulla base di un inventario della villa redatto poco dopo la sua morte. C’è anche una Biblioteca Virtuale, proiettata su una parete e da cui si può estrarre e consultare virtualmente i volumi o le opere possedute da Galileo. Monitor touch-screen ci dicono tutto su Galileo e sulle attività scientifiche che si sono sviluppate dalla fine dell”800 sulla collina di Arcetri, sia nel campo della fisica che dell’astronomia. Informazioni e prenotazioni tel. 055.2756444 (lun-ven 9-17, sab 9-13) oppure scrivere edumsn@unifi.it.

Alla Galleria Poggiali (Via della Scala, 35/a e Via Benedetta, 3r) c’è la mostra Making Time a cura di Lorenzo Bruni, costituita da opere di tre artisti internazionali: Slater Bradley (San Francisco, 1975), Park Chan-kyong (Seul, 1965) e Grazia Toderi (Padova, 1963). Il progetto propone tre mostre autonome di artisti di fama mondiale, ciascuna costituita e caratterizzata da “media” eterogenei che, in anteprima assoluta, presenta al pubblico europeo le ultime produzioni assieme ad opere storiche usualmente non fruibili nei musei italiani, sviluppate nei tre differenti ambienti della galleria fiorentina ed appositamente pensate per questa. Fino al 15 dicembre. Orari: martedì – sabato 9-13 | 15-19. Ingresso libero.

A Montecatini Terme La mostra immersiva Kandinsky Color Experience, allestita nelle strutture Liberty della Palazzina Terme Tamerici, dal 15 settembre 2018 al 13 gennaio 2019, vuole essere una esperienza multimediale che grazie alla realtà virtuale conduce il visitatore all’interno delle opere del precursore e fondatore della pittura astratta. Realizzata con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, è organizzata e prodotta interamente dal Nuovo Teatro Verdi, grazie anche al contributo di sponsor quali Acque Toscane, Conad, Banca Vival, Estra, Sokom e a partner istituzionali come il Comune e le Terme di Montecatini. www.kandinskycolorexperience.it

Dieci secoli di storia, tra artigianato, commerci internazionali e trasformazioni culturali nella più grande mostra sulla ceramica mai realizzata in Italia, «Pisa città della ceramica. Mille anni di economia e d’arte, dalle importazioni mediterranee alle creazioni contemporanee». Fino al 5 novembre, in quattro sedi espositive principali (San Michele degli Scalzi, Palazzo Blu, Camera di Commercio di Pisa, Museo Nazionale di San Matteo); giorno di chiusura per tutte le sedi: lunedì. SMS: da maggio a luglio e da settembre a novembre – martedì e giovedì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle 17:00; il mercoledì e il venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00; il sabato e la domenica dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00 (ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura). Museo Nazionale di San Matteo: feriali: 8:30 – 19:30; festivi: 8:30 – 13:30 (ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura) Per informazioni 050 541865, pm-os.museosanmatteo@beniculturali.it Palazzo Blu: dal martedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 19:00 e il sabato e la domenica dalle ore 10:00 alle ore 20:00 (ultimo ingresso un’ora prima della chiusura). Per informazioni 050 220.46.50; info@palazzoblu.it Info e programma completo: www.pisacittaceramica.it

SIGNA (FI)

L'Homme ArmèSabato 3 novembre per «Musica in periferia» alla Chiesa dei Santi Giovanni Battista e Lorenzo a Signa (Piazza Cavour, 3; ingresso libero) l’Ensemble L’Homme Armé presenta «Spirti bellissimi. Il Laudario di Santa Maria del Fiore e la musica spirituale del Seicento»: una stupefacente sequenza di brani spirituali che attraversano quasi tutto il Seicento, parte di quel repertorio nato con la Controriforma come forma di intrattenimento musicale finalizzato all’elevazione spirituale degli ascoltatori. Intrattenimento e stupore erano infatti le linee guida di questo repertorio, opera di vari autori che operavano soprattutto in ambito oratoriale sulla scia del successo dei primi esperimenti di Filippo Neri a Roma. Vi sono incluse musiche di diversi autori, tratte da svariate fonti dell’epoca, dalla “Rappresentazione di Anima et di Corpo” di Cavalieri (1600) alla “Canzonette spirituali” di Giovanni Maria Casini (1703), ma anche dal prezioso Laudario di Firenze conservato presso l’Opera di Santa Maria del Fiore. Secondo la prassi del tempo queste musiche vengono restituite con un’affascinante miscela di voci e strumenti, che ne sottolineano la varietà degli affetti.

LASTRA A SIGNA (FI)

Al Teatro delle Arti di Lastra a Signa domenica 4 dalle 15 alle 21 vanno in scena gli spettacoli “Arcitaliani”, “Mille brividi d’amore” e “La scomparsa delle lucciole” della “Trilogia dopo Salò”, progetto di Gianfranco Pedullà, Massimo Sgorbani ed Emanuela Critelli. Tre anni di lavoro, tre produzioni che percorrono la storia d’Italia dalla caduta del fascismo all’avvento di Berlusconi. Un quadro reale, sarcastico, ironico, amaro della nostra nazione: piazzale Loreto, il boom economico, il terrorismo, l’avvento della televisione. Un progetto dedicato a Pier Paolo Pasolini, realizzato da Teatro Popolare d’Arte e Compagnia Simona Bucci, con il sostegno di Mibatc e Regione Toscana. In scena Giusi Merli, Gianfranco Quero, Marco Natalucci, Rosanna Gentili, Roberto Caccavo, Gaia Nanni, Gianna Deidda, Rosaria Lo Russo, Isabella Giustina, Eleonora Venturi, Fausto Berti, Matteo Zoppi, Vincenzo Infantino, Francesco Giorgi. Fra uno spettacolo e l’altro pausa caffè, pasticcini, the, aperitivo, buffet.

SESTO (FI)

Crossing Doors distanza e prossimità contemporanea al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino (via Grasmsci 46): dal 4 novembre al 16 dicembre T.R.A.M. Teatro di Residenza Artistica Multipla, direzione artistica di AttoDue (nato dall’esperienza trentennale di Laboratorio Nove), CompanyBlu e Ass. Teatro della Limonaia. con l’occasione sarà presentato il libro: Alterazioni. Un possibile modello di compagnia teatrale (Edizioni Clichy)

SOVIGLIANA (VINCI – FI)

 L’affascinante mondo dei rettili arriva presso il Palazzetto dello Sport di Sovigliana (Via Caduti sul Lavoro ang. Via F.lli Cairoli) nelle giornate di sabato 3 e domenica 4 con Reptilia Expo, dove, dalle ore 10 alle ore 19, si potranno ammirare, contenuti all’interno di tanti terrari, moltissimi serpenti tra i più belli ed affascinanti. Occasione unica per osservare da vicino numerosi esemplari di rettili provenienti da ogni parte del globo.

VAGLIA (FI)

Sabato 3 alle 17 la Biblioteca Comunale di Vaglia in Piazza Demidoff a Pratolino ospita la presentazione dell’ultimo libro di Costanza Riva dal titolo “Bianca Cappello e Francesco I de’Medici amore eterno e segrete alchimie” edito da Angelo Pontecorboli editore con interventi di Eugenio Giani Presidente del Consiglio della Regione Toscana che ne ha curato la presentazione, Laura Nencini assessore al Turismo del Comune di Vaglia, Sebastiana Gangemi giornalista e alla presenza dell’autrice, la studiosa e ricercatrice Costanza Riva.

SCARPERIA (FI)

Il 3 e il 4 e il 10 e l’11 novembre torna al Circolo MCL di Scarperia, come tutti gli anni, la sagra del tartufo bianco e nero e la ‘Mostra Mercato del tartufo e dei prodotti tipici del Mugello Molte le specialità: ravioli al tartufo, lasagne, tagliolini, ma anche tagliata di manzo al tartufo bianco e nero oppure tagliata di maiale al tartufo nero.

ARTIMINO (PO)

Alla Villa Medicea di Artimino domenica 4 alle 17.30 suonano Duccio Bertini & Rainbow Jazz Orchestra, con Both Directions: the music of John Coltrane, un concerto dedicato in particolare, al suo album perduto e recentemente rintracciato dagli eredi. L’evento, che chiude il Festival ‘Ognissanti suona il Jazz’, vedra la straordinaria partecipazione del sassofonista afro-americano Jesse Davis. Info: 349.1345575

PISTOIA

Per la prima volta il progetto Floema raggiunge il Deposito Rotabili Storici di Pistoia, uno dei più importanti hub della Fondazione FS Italiane, centro nazionale di riferimento per la riparazione e la tutela delle locomotive a vapore. Sabato 3  alle 18 (ingresso libero fino a esaurimento posti) ci si ascolta sestetto costituito da cinque musicisti dell’Orchestra Leonore (Clarice Curradi al violino, Luca Bacelli al violoncello e i percussionisti Gregory Lecoeur, Ivan Pennino e Diego Desole) insieme alla pianista Irene Novi. L’ensemble eseguirà, nella versione per “doppio trio”, la Suite per Orchestra di Varietà di Dmitrij Šostakovič; poi saliranno sul palco altri 35 musicisti, membri della Banda della Filarmonica “P. Borgognoni” di Pistoia e del Corpo Musicale “G. Verdi” di Fognano, per eseguire insieme Pranvera del compositore contemporaneo Paolo Marzocchi, il quale per questo brano ha attinto alla musica folklorica albanese e in particolare alla fortissima tradizione musicale della città di Scutari (Shkodra).

VOLTERRA (PI)

A Volterra da 1 al 4 novembre ultimi giorni della 21ª edizione della Mostra mercato del tartufo bianco e dei prodotti tipici locali che si tiene in via Gramsci e in Piazza XX Settembre.

LUCCA

Lucca Comics & Games 2018 va dal 31 ottobre al 4 novembre e avrà per claim Made in Italy, per celebrare degli autori del fumetto, gli artisti e i paladini all’estero della creatività italiana: Per affluenza è ormai il maggior evento in Occidente: organizzarsi per tempo. Quest’anno i prezzi rimarranno invariati rispetto al 2017. In più c’è Level Up, lo speciale biglietto per chi vuole vivere ancora più da vicino, ancora più velocemente e con maggiore relax la manifestazione, un badge in pelle (realizzato da Gabriele Stazzi, autore di tutte le lavorazioni in pelle dei “Pirati dei Caraibi”) limitato a 500 persone accomunate dalla voglia di incontrare i propri autori preferiti, non perdersi nessun evento del festival e vivere Lucca Comics & Games al 110%. Aree relax, assistenza telefonica, accesso Easy Gate ai padiglioni e posti in prima fila per incontri con gli ospiti d’onore. www.luccacomicsandgames.com/

AREZZO

Ad Arezzo ‘è la fiera antiquaria, nata nel 1968, prima manifestazione antiquaria in Italia ad avere cadenza mensile regolare. Ideata dall’antiquario e collezionista Ivan Bruschi (la cui abitazione è ora una casa-museo), la Fiera Antiquaria di Arezzo è ora la più grande d’Italia nel settore, con quasi 400 espositori provenienti da ogni parte della penisola. Tra le centinaia di antiquari si può trovare di tutto, dai mobili ai libri antichi, dai quadri alle vetrate liberty, dagli oggetti art decò agli orologi passando per gioielli, strumenti musicali e apparecchi scientifici.

ORBETELLO (GR)

Dal 31 ottobre a domenica 4 novembre per la tredicesima edizione della manifestazione Gustatus il senso del gusto organizzata dal Comune di Orbetello e dal Consorzio degli operatori turistici Welcome Maremma e che gode quest’anno dell’alto patrocinio del Parlamento Europeo come perfetto esempio di iniziative enogastronomiche della Maremma Toscana e delle sue tradizioni proprio nell’Anno europeo del Patrimonio Culturale.


Articolo tratto da Firenze Post: https://www.firenzepost.it

Permalink: https://www.firenzepost.it/2018/11/03/week-end-3-4-novembre-musei-gratis-anniversario-della-fine-della-grande-guerra-e-dellalluvione-del-1966-eventi/

2013 Firenze Post