Autonomie: il 15 febbraio la proposta del Governo. Risposta alle anticipazioni sul discorso di Mattarella

Matteo Salvini e il Presidente Sergio Mattarella

ROMA – Salvini risponde indirettamente alle indiscrezioni, pubblicate sulla Stampa, secondo le quali, nel suo discorso di fine anno, il Presidente Mattarella attaccherebbe la svolta di maggiore autonomia per gli enti locali, voluta dalla Lega. A prescindere che il giornale torinese cita, come maggiori beneficiarie della svolta, le regioni amministrate dalla Lega, Lombardia e Veneto, è vero invece che le prime a muoversi in tal senso erano state Emilia Romagna e Toscana, e nel primo caso il Governo Gentiloni aveva approvato la richiesta del presidente della rossa Emilia. Quindi una situazione completamente diversa da quella rappresentata dal giornale torinese, che adombra un attacco alla Lega e a Salvini da parte del Capo dello Stato.

Comunque Salvini, non citando quest’ipotesi, precisa:  «Abbiamo lavorato per sei mesi. Ora per il 15 gennaio è fissata la chiusura del lavoro fra i ministeri, perché si tratta di un passaggio storico mai fatto prima e quindi è giusto
approfondire tecnicamente tutti i temi, alcuni dei quali sono ancora aperti come i Beni culturali con la questione delle Sovrintendenze e la Giustizia di pace. Entro il 15 febbraio sarà pronta la proposta del governo». Il
vicepremier garantisce, inoltre, che non ci sono resistenza da parte dei Cinque stelle: «Non ho mai sentito da nessun ministro nessuna perplessità». Una smentita forte alle affermazioni di giornali, allineati con i poteri forti, che per gettare discredito sul Governo strumentalizzano anche il Capo dello Stato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.