Truffa alle assicurazioni: l’ex questore Micillo e due ex poliziotti agli arresti domiciliari

L’ex questore Raffaele Micillo

ROMA – Raffaele Micillo, ex questore di Firenze, è stato posto agli arresti domiciliari insieme ad altri due ex poliziotti. Secondo l’accusa, avrebbero danneggiato le proprie palestre per poi denunciare di aver subito un atto vandalico. Obiettivo? Incassare il risarcimento delle assicurazioni al fine di rinnovare i locali. Per questo Micillo e gli ex poliziotti Federico Ricciuto e Vincenzo Barbato, sono finiti agli arresti domiciliari a Roma con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, frode assicurativa e simulazione di reato.

A scoprire l’attività illecita gli agenti del commissariato Aurelio, su disposizione del gip Flavia Costantini. Sono finiti agli arresti domiciliari Raffaele Micillo, già questore di Firenze e in pensione dall’aprile del 2016, e gli ex poliziotti Federico Ricciuto e Vincenzo Barbato.  I fatti sarebbero avvenuti tra il 2016 e il 2018 e avrebbero riguardato palestre a Roma nella zona di via Boccea e in via Prenestina.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.