Italia-Belgio (stasera, ore 21, Rai1): Chiesa d’assalto per un miracolo. Formazioni

Federico Chiesa

REGGIO EMILIA – Federico Chesa d’assalto, contro il Belgio: per vincere e sperare che la Spagna batta sì la Polonia, ma con meno di due gol di scarto. Quindi, detto in parole semplici, ci vuole un miracolo perchè l’under 21 dell’Italia acceda alle semifinali dell’Europeo e, contemporaneamente, alle Olimpiadi del 2020. Federico, ancora una volta, è il giocatore-cardine, colui che può dare la spinta decisiva. Gigi Di Biagio crede nell’impresa. Dice: «È obbligatorio crederci, abbiamo tutte le possibilità per potercela fare. Il morale è buono, siamo già ripartiti».

L’Italia è pronta a giocarsi tutte le carte a sua disposizione per proseguire il cammino agli Europei Under 21, parola del ct azzurro, Luigi Di Biagio. Il ko contro la Polonia è già alle spalle: «A me ci vuole poco per risollevarmi. Devo trasmettere ai ragazzi ma dagli sguardi vedo che loro hanno tanta voglia. Sappiamo bene che dobbiamo vincere e aspettare quello che succede in Spagna-Polonia -prosegue Di Biagio pensando all’altra sfida che si giocherà in contemporanea alle 21-. Al momento dei calcoli ho fermato tutti dicendo che dobbiamo vincere, punto. Poi vediamo che succede. Non possiamo fare due cose insieme. Certo, noi li informeremo. Il Belgio è una squadra grandissima che stranamente è a 0 punti, non sarà una partita semplice. Abbiamo tante soluzioni, oggi valuterò le situazioni di un paio di giocatori per capire se possono esserci o meno. Ci metterei la firma per giocare come contro la Polonia, migliorando ovviamente la precisione. Non dipenderà però dal numero di attaccanti in campo». E sull’11 da schierare dal 1′ precisa: «Considerati gli infortuni di Bonifazi e Orsolini e la squalifica di Zaniolo, non penso di cambiare tanto. Aspetto comunque questo allenamento e la nottata».

Di Biagio replica poi alle parole del ct del Belgio, Walem, secondo il quale non vincere gli Europei sarebbe un fallimento per gli azzurri. «Da quando è iniziato l’Europeo in tanti hanno detto che avremmo vinto in scioltezza, poi abbiamo scoperto quanto sono forti le altre. Certo, se non dovessimo arrivare alle semifinali non avremmo fatto un buon lavoro. Io conoscevo già il valore delle altre: qualcuno inizia a scoprirlo solo oggi». Sul calore del pubblico alla Nazionale, Reggio Emilia ha già garantito un sold-out, Di Biagio sottolinea come il tutto esaurito in tribuna dà emozioni uniche. L’obiettivo è quello di divertire i nostri tifosi vincendo.

Formazioni

BELGIO (4-3-3): De Wolf; Cools, Bushiri, Bornauw, Cobbaut; De Sart, Bastien, Mangala; Schrijvers, Lukebakio, Amuzu. A disposizione: Jackers, Teunckens, De Norre, Schryvers, Wouters, Heynen, Verschaeren, Saelemaekers, Mbenza, Leya Iseka, Oméonga. C.t.: Johan Walem.

ITALIA (4-3-3): Meret; Calabresi, Mancini, Bastoni, Pezzella; Barella, Mandragora, Pellegrini; Kean, Cutrone, Chiesa. A disposizione: Audero, Montipò, Bonifazi, Dimarco, Adjapong, Romagna, Tonali, Locatelli, Murgia, Bonazzoli. C.t.: Luigi Di Biagio.

One comment

  1. Come per altri eventi, anche politici, noi italiani siamo facili agli entusiasmi:
    dopo Italia-Spagna sembrava che l’Europeo fosse nostro, ma non è cosi.
    Come dice Bennucci si dovrebbero verificare diverse situazioni favorevoli per superare il turno.
    Forse se rimanessimo un pò di più con “i piedi in terra”, come si diceva una volta, sarebbe meglio. Auguri sempre.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.