Cancellazioni anche sulle tratte regionali

Treni, incendio di Firenze: restano ritardi anche di 180 minuti, ma la circolazione è assicurata

ROMA – E’  stata garantita, dal pomeriggio di oggi 22 luglio, il 100%, la circolazione ferroviaria fra Roma e Firenze, linee Lenta e Direttissima. Oltre 50 tecnici di Rete Ferroviaria Italiana hanno lavorato per ripristinare i cavi bruciati, utilizzati per il trasferimento dati. L’infrastruttura ferroviaria, dalle 13.30 aveva ripreso la piena funzionalità su entrambe le linee, dopo i danneggiamenti provocati nella prima mattina da un incendio a Rovezzano. Incendio che risulta essere doloso dai primi accertamenti dell’Autorità Giudiziaria, che ha già avviato le indagini per individuare i responsabili dell’atto che questa mattina ha provocato gravi disagi ai viaggiatori.

I sistemi tecnologici di RFI hanno immediatamente bloccato i treni in viaggio sui tratti di linea interessati dal guasto determinato dall’incendio, garantendo la massima sicurezza per le persone a bordo dei treni, così come avviene per tutte le anormalità e i guasti ai sistemi di gestione e controllo del traffico ferroviario. Attualmente i treni in viaggio registrano ritardi medi di 180 minuti. Nell’arco della giornata sono stati cancellati 42 treni alta velocità di entrambe le Imprese ferroviarie (Trenitalia e NTV-Italo). Anche il traffico regionale ha registrato ritardi e cancellazioni, in particolare in Toscana fra Firenze, Arezzo e il Valdarno e fra Firenze e Borgo San Lorenzo via Pontassieve. Complessivamente 32 regionali sono stati cancellati interamente e 38 per parte del percorso. Sono state inoltre assegnate fermate straordinarie ai treni in viaggio ed è stato istituito un servizio di bus fra Firenze Campo Marte e Pontassieve.

Trenitalia ha potenziato con oltre 350 addetti il servizio di assistenza alle persone, sia a bordo treno sia nelle stazioni, in particolare Napoli Centrale, Roma Termini, Roma Tiburtina, Firenze Santa Maria Novella, Bologna Centrale, Milano Centrale, Torino Porta Nuova, Brescia e Venezia Santa Lucia. In Toscana assistenza potenziata anche a Firenze Campo Marte, Figline, Arezzo, Borgo San Lorenzo, San Giovanni Valdarno, Montevarchi, Chiusi e Terontola.

Circa 20mila viaggiatori sono stati assistiti con bevande e snack. Per i passeggeri, dei treni AV e media-lunga percorrenza di Trenitalia, che hanno rinunciato al viaggio è previsto il rimborso integrale del biglietto. L’indennizzo al 100% è stato garantito, come attenzione commerciale, anche ai viaggiatori delle Frecce che hanno registrato ritardi pari o superiori a tre ore. Inoltre, ai viaggiatori dei treni media-lunga percorrenza è stata offerta la possibilità di cambiare la data del viaggio gratuitamente, sia in biglietteria sia in stazione ai desk di assistenza clienti, a prescindere dalla tariffa pagata. Per i treni regionali garantiti rimborsi e indennizzi, così come prevede il Regolamento europeo in materia. Informazioni di dettaglio sulla circolazione ferroviaria sono state fornite costantemente attraverso i canali di comunicazione di Trenitalia: sito web trenitalia.com, numero verde gratuito 800 89 20 21, app Trenitalia, e-mail e sms – circa 25mila passeggeri delle Frecce raggiunti – self service e punti assistenza e informazioni ai passeggeri attivati da Trenitalia nelle principali stazioni.

20mila passeggeri assistiti, assistenza potenziata, borgo san lorenzo, campo di marte, ritardi, San Giovanni Valdarno, santa maria novella, Terontola, treni


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080