Arezzo, arrestato per spaccio di droga cerca di giustificarsi: «Sono malato e senza lavoro»

AREZZO – Ha detto agli agenti che spacciava droga per motivi di sopravvivenza. Con queste parole: «Sono malato, ho perso il lavoro, l’ho fatto per vivere». Si è difeso così un 45enne aretino, affetto da distrofia muscolare dalla nascita e arrestato dalla squadra mobile di Arezzo, nell’ambito di servizi antidroga svolti nel centro della città.

L’uomo, incensurato, è stato trovato in possesso di quasi 40 grammi di cocaina. Il 45enne è stato sorpreso a bordo della propria autovettura, in zona Saione, dai poliziotti ai quali ha raccontato di aver perso il lavoro a causa della sua malattia e di aver deciso di spacciare droga per vivere. Per l’uomo convalida dell’arresto e domiciliari.