Fiorentina: 5-1 all’Entella. Ribery gran suggeritore. I dubbi per Verona. Pepito Rossi ospite (Foto)

Ghezzal, Ribery e Boateng contro l’Entella

FIRENZE – Torna Ribery, che non si risparmia nemmeno in amichevole. E la Fiorentina, che deve trovare la giusta formazione per la trasferta di domenica 24 novembre a Verona, si muove subito bene.  I viola chiudono il primo tempo avanti di tre gol: apre Ghezzal al 4′ su assist di Ribery, poi Benassi al 19′, abile a sfruttare un cross dalla destra di Boateng, mentre al 34′ arriva il 3-0 firmato proprio dell’ex Sassuolo, su suggerimento di Venuti. Nel secondo tempo ancora Ghezzal al 20′ e dieci minuti dopo Lirola per il quinto e ultimo gol. L’unica rete della Virtus Entella e’ stata messa a segno da De Luca a 6′ dalla fine.

Ribery in azione

BENASSI – Privo di diversi elementi impegnati con le rispettive nazionali, il tecnico viola Vincenzo Montella, davanti a circa 500 spettatori, fra cui l’ex Giuseppe Rossi, ha proposto un 4-3-3 con Terracciano in porta, difesa con Venuti, Ceccherini, Rasmussen e Dalbert, Cristoforo in regia affiancato da Benassi e Zurkowski e davanti il tridente formato da Ghezzal, Boateng e Ribery. Nella ripresa spazio in campo anche per Vlahovic al posto di Boateng mentre Lirola ha rilevato Dalbert. Minuti nelle gambe anche per Thereau e i giovani Pierozzi, Fiorini, Dutu, Simonti, Chiti e Kukovec. Buona la prova complessiva dei viola, Ribery sempre presente, che domenica prossima tornera a disposizione dopo i tre turni di squalifica. Segnali positivi anche da parte di Benassi, che si candida a una maglia da titolare a Verona viste le assenze di Castrovilli e Pulgar per squalifica. In dubbio Zurkowski, mentre sembra improbabile un impiego, fin dall’inizio di Cristoforo.

Pepito Rossi in tribuna durante Fiorentina-Entella

PEPITO ROSSI – Grande atenzione, comunque, per l’ospite d’onore Pepito Rossi. Ecco le sue parole: «Franck Ribery è un grande giocatore. Dopo tanti anni a grande livelli con la Francia e con il Bayern, anche oggi in viola riesce a fare la differenza. Noi tifosi della Fiorentina siamo onorati di vederlo in campo con questa maglia». E ancora: «E’ bello vedere una proprieta’ americana qui a Firenze. Si tratta – ha aggiunto Giuseppe Rossi – di una proprieta’ seria, con grandi ambizioni. Commisso puo’ portare in alto la Fiorentina. C’e’ tanto di viola ancora in me: ho vissuto qui tre anni bellissimi. Abbiamo fatto delle stagioni stupende assieme, ho conosciuto una città stupenda e tifosi straordinari. E’ sempre un piacere tornare qui a Firenze. Mi sto allenando con il Villarreal, in Spagna: mi hanno dato questa opportunità e da un mese e mezzo mi diverto li’. Mi sento ancora calciatore, anche se mi alleno soltanto; vediamo in futuro cosa succede. Mi piacerebbe tanto tornare in campo».

FIORENTINA: Terracciano; Venuti (nel st dal 33′ Fiorini), Ceccherini (nel st dal 45′ Chiti), Rasmussen (nel st dal 45′ Kukovec), Dalbert (nel st dal 1′ Lirola); Zurkowski (nel st dal 41′ Simonti), Cristoforo (nel st dal 33′ Pierozzi), Benassi (nel st dal 15′ Eysseric); Ghezzal (nel st dal 41′ Dutu), Boateng (nel st dal 1′ Vlahovic), Ribery (nel st dal 33′ Thereau). A disp.: Cerofolini, Dragowski.  All.: Montella

ENTELLA: Borra, Chiosa, Crialese, De Luca, Settembrini, Morra, Adorjan, Coppolaro, Toscano, Sernicola, Coulibaly. A disp.: Paroni, Valietti, De Santis, Caturano, Nizzetto, Pellizzer, Icardi, De Luca, Paolucci, Bonini, Eramo, Cicconi, Mancosu. All.: Boscaglia

Marcatori: nel pt al 4′ Ghezzal, al 19′ Benassi, al 34′ Boateng; nel st  al 20′ Ghezzal, al 33′ Lirola, al 40′ De Luca