Salvini indagato per abuso d’ufficio per i voli di Stato. Dalla procura di Roma

ROMA – Continuano le inchieste aperte dalle magistrature contro il leader della Lega Matteo Salvini, che adesso  è indagato per abuso d’ufficio nell’inchiesta su alcuni voli di Stato utilizzati quando era anche ministro dell’Interno. Lo scrivono il ‘Fatto Quotidiano’ e il ‘Corriere della Sera’. Le verifiche riguarderebbero 35 viaggi. La Procura di Roma, dopo aver ricevuto il fascicolo dalla Corte dei conti, ha iscritto Salvini nel registro degli indagati e ha trasmesso le carte al Tribunale dei ministri, competente a indagare su eventuali reati commessi nell’esercizio delle
funzioni ministeriali.
«È a questo organo – scrive il Fatto Quotidiano – che spetta il compito di acquisire documentazione e atti, per poi decidere se archiviare o procedere. La vicenda riguarda alcune trasferte dell’ex ministro a bordo di velivoli di Polizia e Vigili del fuoco. Alcuni voli sono avvenuti su un Piaggio P-180, un bimotore noto come ‘la Ferrari dei cieli’ per i suoi arredi di lusso». Sulla vicenda, in seguito ad alcuni articoli di stampa, la Corte dei Conti aveva aperto un fascicolo che si era chiuso con l’archiviazione e l’invio degli atti alla Procura ordinaria.