Lucca: nove persone arrestate, l’accusa,favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

LUCCA – Nove persone, 6 cittadini dello Sri Lanka e tre rumeni, sono stati arrestati dalla Polizia di Lucca, su ordinanza del Giudice delle indagini preliminari di Firenze, a conclusione di un’operazione, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Firenze, nei confronti di un’associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, radicata in Italia, nelle province di Lucca e Milano, e in Romania.

L’associazione a delinquere era in particolare dedita al traffico di clandestini originari dei paesi asiatici, Sri Lanka e Bangladesh, sulla rotta Romania-Ungheria-Italia. Il capo del sodalizio e promotore dell’attività delittuosa viveva a Lucca. I clandestini facevano ingresso in Romania con un visto per turismo e giungevano in Italia attraverso i valichi di confine di Trento e Gorizia, a bordo di camion telonati, nascosti tra la merce trasportata regolarmente. Coloro che non erano in grado di pagare l’intero corrispettivo del viaggio (dalla Romania in Italia pari a 3 500 euro, dallo Sri Lanka in Italia, attraverso la Romania, pari a 6/7 mila euro), erano trattenuti in un casolare, in provincia di Monza Brianza, e riconsegnati ai parenti quando il pagamento giungeva sui conti del sodalizio. presso istituti di credito dello Sri Lanka.