Massa: genitori, insegnanti e alunni in strada per una scuola sicura

MASSA  – Oltre 300 persone, soprattutto insegnanti e personale delle scuole apuane, hanno manifestato a Massa per la sicurezza degli istituti scolastici della provincia, indossando ‘caschetti gialli’, quelli tipici dei lavoratori dei cantieri.
Una provocazione nata a seguito degli incidenti avvenuti ad inizio anno in alcune scuole della città di Massa, come il liceo Pascoli e l’ alberghiero Minuto, chiusi per giorni a causa della caduta di intonaco dai soffitti delle aule o per inagibilità di intere aree, e sottoposti a lavori di ristrutturazione. Alla manifestazione ha partecipato anche il presidente della Provincia di Massa Carrara Gianni Lorenzetti: “Sono dalla parte degli studenti e degli insegnanti; vorrei consegnare loro scuole sicure, stiamo facendo tutto quello che possiamo ma le nostre scuole sono vecchie e mal messe e i soldi a disposizione delle Province per la manutenzione sia ordinaria che straordinaria sono sempre meno”.