Firenze, stadio: variante Mercafir approvata dal comune. Ma la Fiorentina non vuole spendere 20 milioni

Plastico del nuovo stadio di giorno (Foto Palinko/Gilda)

FIRENZE – C’è il via libera definitivo, dal punto di vista tecnico amministrativo,  da parte del Consiglio comunale di Firenze, per la variante semplificata per la realizzazione del nuovo stadio e del nuovo mercato ortofrutticolo nell’area Mercafir. La variante, presentata dall’assessore all’Urbanistica, Cecilia Del Re, è stata approvata oggi dall’assemblea di Palazzo Vecchio, dopo l’ok definitivo della giunta del 10 gennaio scorso. La variante approvata oggi specifica quattro punti: l’aspetto patrimoniale dello stadio, la modalità attuativa del comparto nord, l’attribuzione della capacità edificatoria e delle relative destinazioni d’uso a ciascun comparto e le condizioni di accessibilità dell’area: tutti aspetti che precisano il contenuto della previsione vigente senza alterarlo né in termini di localizzazione né di dimensioni.

Il problema? Che il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, non vuol pagare quel terreno 20 milioni, cifra che gli sembra decisamente troppo elevate. E allora? Non è detto che il nuovo stadio si faccia lì.