Bonus bici e monopattini elettrici: il governo studia facilitazioni per mezzi alternativi e green

ROMA – La partenza della fase2 ha comportato un aumento del traffico di auto nelle città e difficoltà nell’utilizzazione del mezzo pubblico, con attese più lunghe alle fermate e possibili rischi di assembramento, che ovviamente le persone vogliono evitare. Si cercano quindi soluzioni che consentano di evitare incontri ravvicinati, mezzi alternativi all’auto, da usare da soli.

In questo scenario il governo riflette su possibili facilitazioni per l’acquisto e l’uso di bici e monopattini elettrici. La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, in audizione alla Commissione Trasporti della Camera riguardo le ricadute da Coronavirus sul settore dei trasporti, ha dichiarato: «È allo studio e in dirittura d’arrivo il riconoscimento di un buono di mobilità alternativa, per i residenti nelle città metropolitane e aree urbane con più di 50.000 abitanti, fino ad un massimo di 500 euro per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica e monopattini. Il bonus sarà ‘erga omnes’, quindi non legato a parametri di reddito e disponibile per tutti quelli che ne faranno richiesta».

La De Micheli ha poi aggiunto che al momento «il provvedimento è in fase di elaborazione col Ministro dell’Ambiente Sergio Costa». Per chiedere il bonus è necessario quindi aspettare l’ok da parte del Governo. Alcune fonti ministeriali parlano di incontri tecnici tra i Ministri praticamente conclusi, siamo quindi vicini all’avvio della procedura, probabilmente entro la fine di maggio.