Decreto di agosto: compromesso sul blocco dei licenziamenti. Fisco: vantaggi per il Sud

Palazzo Chigi (Foto ANSA)

ROMA – Ennesimo compromesso nel governo per evitare la rottura. E’ stata trovata l’intesa, a quanto pare assai faticosa, sulla proroga del blocco dei licenziamenti introdotto per l’emergenza Coronavirus. Chiuso l’accordo sul testo del decreto agosto: il provvedimento sarà domani, 7 agosto, in Consiglio dei ministri. Lo dice il ministro dell’economia Roberto Gualtieri uscendo da Palazzo Chigi al termine del vertice di governo. «Il nodo è stato sciolto, c’è condivisione. Abbiamo fatto una sintesi».  Significa, come detto, che è stato trovato un compromesso. Piacerà a Confindustria?

«Il confronto è stato lungo e approfondito, ma il via libera di Iv è condizionato alla presenza di alcune misure che servono all’economia italiana e che abbiamo chiesto con forza, in primis lo slittamento delle tasse di novembre per i lavoratori autonomi, iva e forfettari». Lo dichiara Luigi Marattin, di Iv, presidente della commissione Finanze della Camera, sul decreto agosto. Nel decreto agosto entreranno anche norme per introdurre una fiscalità di vantaggio al Sud. E’ quanto si apprende da fonti di governo al termine della riunione a Palazzo Chigi. Sui dettagli e sull’entità della misura, proposta dal ministro Peppe Provenzano, si starebbe ancora discutendo.