Stadio Fiorentina: Nardella approva la delibera per il Franchi. Con tramvia e parcheggio

Lo stadio Franchi di Firenze in una foto anni Cinquanta, quando si chiamava Comunale

FIRENZE – L’obbiettivo di Dario Nardella è chiaramente quello di tenere la Fiorentina a Firenze. Dopo il flop dell’area Mercafir, il sindaco ci riprova con una delibera per ristrutturare il Franchi e riqualificare l’area del Campo di Marte. Previsti l’arrivo della tramvia e la costruzione di un grande parcheggio, ossia le soluzioni per i problemi di mobilità. E ci sarà anche la possibilità, per Rocco Commisso, di tirar su costruzioni commerciali. Una risposta al presidente della Fiorentina dopo gli attacchi alla politica italiana e all’amministrazione di Firenze? Naturalmente, prima di procedere, occorrerà il provvedimento del governo che permetta di mettere le mani sul vecchio stadio. monumento nazionale dll’architetto Nervi. Governo e Parlamento dovrebbero occuparsene entro fine agosto. Bloccando così la capacità di veto del sovrintendente Pessina. Ma questo Governo e questo Parlamento riusciranno a fare una cosa buona e rapida? Come cronista di questa città, da oltre 50 anni, prendo atto delle dichiarazioni del sindaco. Aspetto di sapere che cosa ne pensa Commisso e mi preparo a fare le valutazioni del caso. I precedenti, intorno a Firenze e al Franchi, non sono di buon auspicio. Però mi auguro che la necessità di dotare Firenze di vero impianto moderno, e soprattutto la situazione economica della città e dell’intero Paese, siano capaci di far galoppare una classe politica fin qui lenta e, spesso, pasticciona. I media sono pronti a fare la loro parte. A una condizione: che non si prendano più in giro i fiorentini.

Intanto vediamo la delibera del comune, cominciando dalle parole di Nardella: «Preso atto che non sono arrivate proposte
per l’area della Mercafir, l’unica strada percorribile a Firenze per il nuovo stadio è quella di Campo di Marte, il Franchi, che
ci auguriamo possa essere ristrutturato con gli ulteriori vantaggi che potrebbero arrivare dall’approvazione degli emendamenti
parlamentari che sono stati presentati in questi giorni. In ogni caso, con la delibera approvata oggi dalla giunta comunale diamo
il via all’operazione nuovo stadio Franchi e alla riqualificazione di tutta l’area di Campo di Marte con alcuni punti molto chiari».

Nardella ha poi chiarito i punti inseriti nella delibera: previste la realizzazione della linea tramviaria, che avverrà a carico del Comune, e di tutte le opere ad essa collegata e l’individuazione del grande parcheggio che sia a servizio di tutta l’area e dello stadio stesso. Inoltre, nel caso di un project financing, il privato non dovrà realizzare a proprio carico i parcheggi per lo stadio. Infine non ci sara’ bisogno di una variante urbanistica perchè il Comune lavorerà direttamente nel piano operativo che dovrà essere approvato entro e non oltre giugno 2021.

«Prevediamo infine – ha proseguito il sindaco – la realizzazione di volumi di rilevanza economica, commerciali o anche direzionali,
che devono servire a sostenere l’eventuale finanziamento privato per il restyling del ‘Franchi. Settembre sarà il mese cruciale
perchè sapremo se gli emendamenti per i restyling degli stadi vincolati saranno approvati. Per quanto ci riguarda, a Firenze lo stadio e’ il Franchi e su questo concentreremo tutti i nostri sforzi».