Perugia: espulso magrebino, aveva aggredito e ferito con mannaia un uomo alla stazione di Milano

PERUGIA – I fatti risalgono al febbraio 2014 quando, presso la Stazione ferroviaria di Milano centrale, un cittadino extracomunitario di origini magrebine di 37 anni, armato di mannaia, aveva colpito più volte al viso un cittadino extracomunitariodi origini tunisine di 45 anni. Per gli agenti intervenuti non era stato semplice bloccare l’uomo. L’uomo aggredito era stato soccorso dagli agenti e affidato alle cure dei sanitari per le ferite riportate al volto. L’aggressore invece era stato arrestato e portato presso la Casa Circondariale di San Vittore in attesa di giudizio. Era stato successivamente condannato a scontare una pena di 8 anni 4 mesi e 2 giorni per tentato omicidio.

Nell’agosto 2016 fu trasferito nel carcere di Perugia Capanne, dal quale aveva chiesto la liberazione anticipata,per cui è stato scarcerato nella giornata di ieri anziché il 2 febbraio 2022. Il lavoro dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Perugia ha permesso, grazie anche al contributo del carcere Capanne e della Questura, di formalizzare senza ritardo le procedure del provvedimento di espulsione firmato dal Prefetto. L’uomo quindi, lo stesso giorno della sua scarcerazione, è stato accompagnato presso il Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Gradisca d’Isonzo per essere immediatamente espulso dal territorio nazionale e rimpatriato nel proprio paese d’origine.