Pisa: cadavere scoperto sull’argine dell’Arno, con segni evidenti di coltellate

PISA – Il cadavere di un uomo è stato scoperto nel pomeriggio lungo un argine del fiume Arno a Castelfranco di Sotto (Pisa). Sul corpo vi sono segni evidenti di coltellate. Indagano i carabinieri che ipotizzano si sia trattato di un omicidio. La vittima non è ancora stata identificata e, secondo un primo esame, avrebbe circa 40 anni.
Il corpo è stato ritrovato da alcuni passanti nel pomeriggio in una zona abitualmente frequentata da persone che fanno jogging e passeggiate. Secondo prime informazioni però non ci sarebbero, per ora, testimoni di una presunta aggressione o comunque di movimenti anomali. L’uomo indossava una tuta sportiva ed era sprovvisto di documenti e telefono cellulare. Al momento non sono pervenute segnalazioni di scomparse alle autorità. Sarà l’autopsia a stabilire con certezza il numero di coltellate inferte alla vittima. Dal primo esame esterno gli investigatori avrebbero notato alcune ferite provocate con un’arma da taglio, si ipotizza un coltello.

AGGIORNAMENTO ORE 10 – La Procura di Pisa ha aperto un fascicolo ipotizzando il reato di omicidio per l’uomo trovato morto ieri pomeriggio lungo l’argine dell’Arno, in via Tavi, nel comune di Castelfranco di Sotto (Pisa). Il corpo è stato trasportato all’istituto di medicina legale di Pisa, dove verrà eseguita l’autopsia disposta dal pubblico ministero di turno. A scoprire il cadavere e a dare l’allarme ai carabinieri sono stati alcuni passanti. La zona dove è avvenuto il macabro ritrovamento è frequentata anche da chi fa jogging. La vittima, dell’apparente età di 40 anni, era sprovvista di documenti e del telefono cellulare. Secondo quanto si è appreso, l’uomo, la cui identità è ancora da accertare, indossava i pantaloni di una tuta di colore nero e una maglietta grigia. Il cadavere, secondo quanto emerso da un primo esame esterno, presentava diverse ferite di arma da taglio alla gola.