Come preparare un sofficissimo e leggerissimo cheesecake giapponese

Vengo a proporvi cari lettori questo sofficissimo e leggerissimo cheesecake giapponese. Una vera delizia per gli amanti del cheesecake. Si scioglie in bocca e possiede la leggerezza di un souffle’. Come tutti i cheesecakes che si rispettano anch’esso va cotto in forno a bagnomaria.

INGREDIENTI per uno stampo a cerniera di 22 cm di diametro
-130 ml di latte intero
-100 gr di burro a temperatura ambiente
-200 gr di cream cheese o philadelphia a temperatura ambiente
-13 chiare di uovo
-6 tuorli
-60 gr di farina
-60 gr di amido di mais
-260 gr di zucchero
-1/4 di cucchiaino di cremor tartaro
-buccia grattugiata di un limone
-1 cucchiaio di vaniglia liquida o una bustina di vaniglina
-un pizzico di sale

PROCEDIMENTO
Uno dei segreti per la miglior riuscita del cheesecake e’ l’accurata preparazione dello stampo a cerniera nel quale verra’ versato l’impasto, in quanto lo stesso andra’ poi messo a bagnomaria in uno stampo piu’ grande, contenente acqua calda. Ragion per cui si deve curare molto la sua impermeabilita’, realizzata con fogli di carta di alluminio messi sovrapposti.
La seconda avvertenza sta nella temperatura del forno che dovra’ essere cambiata durante lacottura.

PREPARAZIONE STAMPO
Per preparare lo stampo a cerniera ci serviremo di carta da forno, burro ammorbidito o lo spray apposito, una matita, un pennello, delle forbici e una riga.

Sganciate il fondo dello stampo ed appoggiatelo sulla carta da forno, tracciate
con la matita il perimetro del bordo esterno
quindi ritagliatelo con le forbici.

Appoggiate questo cerchio sul fondo facendovelo aderire, spennellando un po’
di burro morbido.

Riagganciate il bordo e rigirate sotto sopra lo stampo.

Munitevi di 4 fogli di alluminio abbastanza lunghi da ricoprire fondo e lati e cominciate ad applicarli
accuratamente, cercando di metterli al giro. Assicuratevi che possano impedire all’ acqua del bagnomaria di entrare all’ interno della tortiera durante la cottura in forno e danneggiare irrimediabilmente il cheesecake.

Abbondate con l’ alluminio affinche’ copra tutta la tortiera esterna.

Rigirate lo stampo e preparate le strisce di carta forno per rivestire il bordo; misurate la sua altezza ed aggiungete 5 cm che andranno a superare il bordo della tortiera stessa (questo perche’ il dolce cresce moltissimo e si attacchera’ alla carta da forno che non essendo unta assolutamente evitera’ che il dolce afflosci ).

Ritagliate quindi le strisce dei bordi e usando il pennello cospargete di burro morbido il bordo della tortiera, facendovi aderire queste strisce di carta da forno. Ora acceso il forno regolandolo a 160 gradi, procedete con la lavorazione degli ingredienti

Mettete su fuoco dolce un pentolino nel quale avrete spezzettato il burro ed il formaggio
philadelphia gia’ ammorbiditi ed unite il latte intero.

Con un mestolo rigirate fino a che tutto sia ben sciolto ed amalgamato; non c’e’ alcuna necessita’ di far scaldare troppo. Quando il composto e’ cremoso spegnete e lasciate raffreddare.

Dividete i tuorli dagli albumi di 13 uova.

Mettete solo 6 tuorli in una ciotola capiente e i rimanenti usateli per altre preparazioni (un
tiramisu’ o una crema pasticcera ad esempio).

Ponete invece i 13 albumi in un’altra ciotola assai piu’ capiente in quanto la meringa
formandosi crescera’ molto.

Iniziate a montare gli albumi servendovi di una frusta elettrica a mano o di una normale
impastatrice alla quale avrete messo la frusta per montare.

Cominciate a velocita alta per circa 2 minuti poi aggiungete il cremor tartaro e lo zucchero a
cucchiaiate continuando a sbattere fino a che non si formino i classici picchi a neve ben
ferma e la meringa risulti soda e ben lucida.

Lasciatela da parte.

Nella ciotola con i 6 tuorli ( prendetene una abbastanza grande che possa contenere anche
tutti gli albumi montati )versate il misto di philadelphia, burro e latte sciolti precedentemente

Amalgamate bene con un mestolo e poi servendovi di un setaccio unite poco a poco la
farina e l’ amido di mais inglobandoli con una frusta a mano.

Aggiungete anche la vaniglia.

A questo impasto ora iniziate ad inglobare la meringa aggiungendola in 3 tempi successivi
Mescolate delicatamente sempre dall’ alto verso il basso per non farla smontare, mentre con l’ altra mano rigirerete il contenitore.

Versate l’ impasto nello stampo preparato accuratamente. Prima sollevatelo e date dei
colpetti sul piano di lavoro per assestare l’ impasto e togliere le eventuali bolle d’aria.

Collocate ora lo stampo in uno piu’ grande e con un bricco versate in quest’ ultimo
lentamente acqua bollente fino a meta.’

Infornate.

Regolate il tempo di cottura a 25 minuti a 160 gradi, poi diminuitela a 140 gradi per altri 55
minuti.

Spegnete il forno, aprite un poco lo sportello, ( magari usate un mestolo infilato tra lo
sportello e il bordo della porta per non farla richiudere) e lasciate il dolce all’interno per
circa 30 minuti.

Affinche’ il cheesecake rimanga ben ” jiggling” ossia ” tremolante ” meglio tirarlo fuori dal
forno dopo questa mezz’ora ( anche se probabilmente si potrebbero creare delle crepe in
cima e non rimanere ben liscio ed omogeneo.