Firenze: ricercato dal 2016 va in questura per il permesso di soggiorno. Arrestato

FIRENZE – Si è presentato ieri, 13 ottobre, all’Ufficio Immigrazione della Questura di Firenze per regolarizzare la sua posizione sul territorio nazionale, ignaro che nei suoi confronti pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa quattro anni fa dal GIP del Tribunale di Salerno. L’uomo, un cittadino somalo, si era reso di fatto irreperibile proprio dal 2016, anno in cui la Squadra Mobile di Salerno eseguì il provvedimento di cattura di altri 13 soggetti accusati, a vario titolo, di far parte di un’associazione per delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina di numerosi cittadini somali arrivati in Italia e destinati poi ad essere trasferiti in altri Paesi dell’Unione Europea.

Secondo quanto emerso nel corso delle indagini, il gruppo criminale avrebbe favorito la permanenza dei migranti clandestini nel territorio dello Stato successivamente ad alcuni sbarchi avvenuti a Lampedusa, in Campania e in altre parti d’Italia e organizzato il loro trasferimento verso altri Stati, soprattutto del Nord Europa, attivandosi anche per reperire documenti di identità contraffatti. Ieri la Squadra Mobile di Firenze ha dato esecuzione al provvedimento a carico del 40enne somalo ritenuto partecipante all’associazione con il cosiddetto ruolo di passatore, che operava per conto dell’organizzazione criminale. Attualmente l’uomo si trova a Sollicciano.