Campania zona rossa, De Luca attacca: «Governo genera caos, vada a casa. Di Maio parla, parla»

Vincenzo De Luca

NAPOLI – Anche la Campania, come la Toscana, diventa zona rossa. Arrabbiatissimo con il governo il presidente, Vincenzo De Luca, in diretta Facebook, che attacca: «Fatti salvi 3-4 ministri non è un governo, anziché andare allo sbaraglio sarebbe meglio avere un Governo che non produca il caos che è stato prodotto in Italia. In queste condizioni meglio mandare a casa il Governo.  Se bisogna stare al governo con questi personaggi sarebbe meglio mandare a casa questo governo – ha sottolineato –  perchè non è tollerabile, ho detto a qualche esponente del Pd, alcun rapporto di collaborazione con ministri come Spadafora che ha raccontato bestialità o con il signore di cui ho fatto il nome (Luigi Di Maio, ndr) che ho sfidato ad un dibattitto pubblico già anni fa e rinnovo l’invito in diretta tv sperando che non faccia il coniglio come ha fatto nei 3-4 anni precedenti».

Poi De uca fa direttamente il nome e chiama in causa il ministro Luigi Di Maio e le sue dichiarazioni sulla Campania: «Di Maio era quello che ha criticato la nostra scelta degli ospedali modulari perché secondo lui si sprecava denaro pubblico, è uno degli
esponenti di Governo che avrebbe dovuto impegnarsi per fare arrivare il personale medico. Voleva continuare a tenere il
commissario in Campania, così avremmo fatto la fine peggio della Calabria. E parla, parla. Mi voglio fermare perché il solo nome
di questo soggetto mi procura reazioni di istinto che vorrei controllare almeno per le prossime ore».