Coronavirus: Toscana zona arancione da mezzanotte fra sabato 5 e domenica 6 dicembre. Che cosa cambia

ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

FIRENZE – Ci siamo: la Toscana  sarà di nuovo zona arancione a partire dalla mezzanotte fra sabato 5 e domenica 6 dicembre. Lo annuncia su Facebook il presidente della Regione, Eugenio Giani, precisando: «Stiamo predisponendo un’ordinanza per interpretare al meglio il nuovo Dpcm».

AGGIORNAMENTO DELLE 18,28

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato 3 nuove ordinanze sulla base dei dati della Cabina di Regia sul coronavirus che si e’ tenuta oggi. Con la prima si rinnovano le misure restrittive vigenti relative alle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte. Con la seconda le Regioni Campania, Toscana, Valle D’Aosta e la Provincia Autonoma di Bolzano passano da area rossa ad area arancione. Con la terza le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria passano da area arancione ad area gialla. Le ordinanze saranno in vigore dal 6 dicembre.

CHE COSA CAMBIA 

Cosa cambia dalla zona rossa a quella arancione? C’è qualche allentamento in più: tutti i negozi aperti (tranne bar e ristoranti per cui è previsto servizio asporto e domicilio), gli alunni di seconda e terza media in classe, liberi di muoversi nel proprio Comune senza autocertificazione. Rimane il coprifuoco dalle 22 alle 5. Da lunedì 7 dicembre, dunque, i negozi potranno riaprire per l’avvio dello shopping in vista del Natale. A Firenze, negli ultimi giorni, le vetrine del centro storico sono state abbellite e sistemate in vista del ritorno della clientela.