Coronavirus. rivedere divieti natalizi, lo chiedono sindaci Mugello

FIRENZE – Si riveda il divieto e si consentano gli spostamenti nelle festività natalizie individuando degli ambiti dilibero spostamento. E’ la richiesta che gli 8 sindaci del Mugello – Giampiero Mongatti, Paolo Omoboni, Stefano Passiatore, Giampaolo Buti,Tommaso Triberti, Philip Gian Piero Moschetti, Federico Ignesti, Filippo Carlà Campa – rivolgono in una lettera al presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ed anche al presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.

±Ci rivolgiamo a Voi – così inizia la lettera dei sindaci mugellani – dopo che in queste ore abbiamo raccolto il dispiacere di molti nostri concittadini nel non poter passare queste festività con i propri genitori o figli. Capiamo bene lo sforzo e la grande responsabilità che avete nel fare il possibile per contenere questa pandemia e siamo grati per il vostro lavoro. Tuttavia riteniamo che gli ultimi provvedimenti, quelli inerenti le festività, siano molto severi e poco equi. L’84,5% dei comuni italiani ha una popolazione inferiore ai 10.000 abitanti ma rappresenta solo il 30% della popolazione totale, ricordano i sindaci del Mugello: Una norma che pone strettamente il confine amministrativo del comune per limitare gli spostamenti crea molta disparità fra comuni più o meno popolosi. Disparità che diventa quasi irragionevole se applicata per i soli tre giorni delle festività. Vi preghiamo di considerare che più è piccola una comunità e più è cosa ordinaria avere parenti stretti nei Comuni limitrofi. Dopo mesi e mesi di sacrifici, divieti e restrizioni degli spostamenti, i sindaci ritengono “opportuno, quantomeno per le festività, permettere il ricongiungimento dei genitori soli con i propri figli anche se non residenti nello stesso comune. Tanto più che, in caso di Regione in area gialla, la misura varrebbe solo per i tre giorni indicati».

Gli 8 amministratori mugellani ritengono che un ragionevole compromesso sia quello di individuare degli ambiti nei quali applicare il divieto di spostamento per permettere a genitori e figli di passare insieme le festività, ad esempio, la Città Metropolitana (o la Provincia), l’Unione dei Comuni o altro ambito – aggiungono – che si ritenga funzionale avendo cura anche delle situazioni che si trovano ai confini regionali. I sindaci concludono la lettera al presidente del Consiglio Conte e al presidente della Regione Giani confidando in una modifica della norma in questa direzione di equità.

Mugello, natale, regole, sindaci


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080