Fondazione CR Firenze: Jacopo Speranza vicepresidente, Albiera Antinori, Zaira Conti e Sandro Rogari nuovi consiglieri

FIRENZE – Albiera Antinori, Zaira Conti, Sandro Rogari sono i tre nuovi Consiglieri che entrano a far parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione CR Firenze. Sono stati eletti stamani, alla prima votazione, dal Comitato di Indirizzo. Jacopo Speranza è stato nominato Vice Presidente succedendo a Donatella Carmi scomparsa lo scorso ottobre. I nuovi eletti sostituiscono i Consiglieri Donatella Carmi, Marco Carrai e Duccio Maria Traina, che hanno concluso il secondo mandato, e si aggiungono ai consiglieri Luigi Salvadori (Presidente), Jacopo Speranza (Vice Presidente), Bernabò Bocca, Alfonso De Pietro, Giampaolo Donzelli, Giovanni Fossi, Francesco Rossi Ferrini, Maria Oliva Scaramuzzi, Andrea Simoncini.

‘’Ringrazio i Consiglieri uscenti Marco Carrai e Duccio Traina – dichiara il Presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori – per il prezioso apporto dato alla nostra Istituzione e rivolgo un affettuoso pensiero alla memoria della cara Donatella Carmi. Auguro buon lavoro ai nuovi eletti, che rappresentano, autorevolmente, importanti ambiti del nostro territorio, ed al neo Vice Presidente Speranza a cui sono legato da una lunga amicizia. La presentazione di tre candidature conferma il clima di grande unità, coesione e armonia con cui tutti, ai vari livelli, stiamo svolgendo il nostro compito fin dall’inizio del mio mandato’’. ‘’Mi sembra assai significativa – prosegue Salvadori – anche l’ unanimità con cui gli Organi, sostenuti dall’ Assemblea dei Soci, hanno condiviso e approvato, in questo anno e mezzo di attività, tantissimi e importanti provvedimenti, a cominciare dai numerosi interventi a sostegno del mondo della sanità, duramente provato dall’emergenza Covid. Riteniamo che debba essere questa l’unica modalità con la quale deve operare una Fondazione realmente al servizio del territorio e sono certo che i nuovi Consiglieri saranno di grande aiuto nell’ affrontare il nuovo anno che si presenta già molto impegnativo’’.